Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo

Home / Articoli / Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo

Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo

Il colesterolo è un grasso naturalmente presente nelle nostre cellule e nel sangue. Il fegato e l’intestino producono tutto il colesterolo necessario per la salute, contribuendo alla produzione di cellule, fibre nervose, acidi biliari e ormoni come estrogeni e testosterone. Le persone sane producono in genere molto più colesterolo di quello che ingeriscono con gli alimenti. Le recenti scoperte nel campo della ricerca nutrizionale hanno sconvolto la disinformazione sul colesterolo “buono” e “cattivo”. Sempre più prove mettono in discussione l’idea a lungo sostenuta che alti livelli di colesterolo aumentino il rischio di malattie cardiovascolari.

Tesi sui lipidi

La tesi lipidica che collega il colesterolo alimentare al rischio di malattie cardiache ha preso piede negli anni ’60, sulla base delle informazioni scientifiche disponibili. Da allora, i dati clinici in aumento sono in conflitto con questa tesi. Le ricerche indicano che il colesterolo assunto con la dieta ha scarso effetto sull’equilibrio tra le lipoproteine a bassa densità (LDL) e le lipoproteine ad alta densità (HDL), i due tipi di colesterolo che si formano nell’organismo.Numerosi studi rivelano una sorprendente assenza di collegamento tra l’assunzione di colesterolo e l’insorgenza di malattie cardiache. Alcuni Paesi e organizzazioni sanitarie hanno modificato le loro raccomandazioni nutrizionali a causa di queste ricerche e delle conseguenze negative delle restrizioni sul colesterolo. Tuttavia, la tesi obsoleta persiste ampiamente, forse anche perché le malattie cardiovascolari continuano a mietere più vittime di qualsiasi altro disturbo.

Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo 1

Colesterolo LDL

Molte ricerche pubblicate indicano che l’assunzione di colesterolo elevato è correlata a un maggior rischio di malattie cardiovascolari, il che porta a raccomandare agli individui di ridurre il consumo di alimenti ricchi di colesterolo. In particolare, gli alimenti che innescano la produzione di colesterolo LDL “cattivo” sono diventati un obiettivo da eliminare. Nel 2015, tuttavia, la Harvard Medical School aveva già riconosciuto un crescente consenso tra gli scienziati della nutrizione sul fatto che il colesterolo presente negli alimenti ha un impatto minimo sui livelli di colesterolo nel sangue. A differenza degli Stati Uniti, paesi come il Canada, le nazioni europee, l’India, la Corea e l’Australia non specificano un limite massimo di consumo di colesterolo nelle loro raccomandazioni dietetiche. I dati esistenti in queste regioni non confermano un legame tra colesterolo LDL e malattie cardiache.

Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo 3

Grassi trans

I grassi trans sono naturalmente presenti in tracce nella carne, nei latticini e in alcuni oli alimentari. I grassi trans prevalenti negli alimenti preparati in commercio – PHO – derivano dagli oli parzialmente idrogenati, oli vegetali liquidi trattati con l’aggiunta di idrogeno. La loro conservabilità li ha resi i grassi preferiti dai produttori alimentari di tutto il mondo. Numerose ricerche dimostrano che i PHO aumentano i livelli di colesterolo LDL e abbassano quelli di colesterolo HDL. Questo squilibrio scatena l’infiammazione, uno dei principali responsabili dell’aterosclerosi. La Food and Drug Administration statunitense ha dichiarato che l’eliminazione dei grassi trans dagli alimenti trasformati potrebbe salvare migliaia di vite da attacchi cardiaci e decessi ogni anno. Nel 2015, la FDA ha stabilito in via definitiva che i FO non sono sicuri per l’inclusione negli alimenti.

Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo 5

Acido linoleico

L’uso pervasivo di oli vegetali e di semi industriali ha fatto impennare il consumo globale di acido linoleico, un grasso polinsaturo omega-6. Le ricerche più vecchie citano il colesterolo LDL ossidato come catalizzatore primario della formazione dell’aterosclerosi. Tuttavia, l’acido linoleico ossidato, l’acido grasso ossidato più diffuso nelle LDL, è alla base. Uno studio del 2018 del British Medical Journal ha riassunto numerose prove che dimostrano come questo grasso omega-6 inciti lo stress ossidativo e l’infiammazione di basso grado, portando a malattie cardiovascolari.

Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo 7

Prodotti lattiero-caseari

I grassi dei latticini sono stati oggetto di pregiudizi negativi a causa dei loro alti livelli di colesterolo. Le linee guida federali sulla dieta consigliano da tempo di limitare l’assunzione di prodotti lattiero-caseari integrali, fonti di grassi saturi che si ritiene abbiano un impatto negativo sui lipidi del sangue. Di conseguenza, le culture occidentali hanno privilegiato i latticini a basso contenuto di grassi. Tuttavia, poche prove supportano questa presunzione. Uno studio multinazionale durato nove anni e pubblicato su The Lancet nel 2018 collega il consumo di latticini a un minor rischio di malattie cardiache e mortalità. Recenti meta-analisi suggeriscono che i latticini integrali apportano significativi benefici antinfiammatori e una maggiore biodisponibilità dei nutrienti. In generale, il latte sembra esercitare un effetto neutro sulla salute del cuore, mentre i prodotti lattiero-caseari fermentati come yogurt, formaggio e kefir possono avere un impatto cardiovascolare positivo. Secondo una revisione del 2018, alcuni grassi saturi presenti nei prodotti lattiero-caseari sono associati a una minore incidenza di patologie coronariche.

Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo 9

Uova

Le uova sono un esempio lampante di prove ampiamente contrastanti riguardo agli alimenti e alla salute cardiovascolare. Alcuni studi mostrano una correlazione minima o nulla tra il consumo di questo alimento ad alto contenuto di colesterolo e le malattie cardiache, ma una ricerca pubblicata su JAMA nel 2019 ha trovato tale associazione. Tuttavia, la Harvard School of Public Health raccomanda di interpretare i risultati nel contesto di altre ricerche, che suggeriscono che un consumo da basso a moderato di uova non comporta un maggior rischio di malattie cardiovascolari nella maggior parte degli individui sani.

Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo 11

Gamberi

Una porzione di gamberetti fornisce quasi il 60% della dose giornaliera raccomandata di colesterolo. Un tempo i nutrizionisti sconsigliavano il consumo di gamberi a causa della convinzione prevalente che il colesterolo fosse dannoso per la salute. Oggi i dietologi riconoscono che questo frutto di mare è benefico con moderazione in quanto fonte di vitamine, minerali e antiossidanti. È comunque importante controllare la provenienza dei gamberi, per evitare inquinanti o additivi indesiderati.

Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo 13

Carboidrati

Negli anni ’70, alcuni scienziati sostenevano che i carboidrati raffinati fossero almeno in parte responsabili delle malattie coronariche. Questa prospettiva languiva all’ombra della tesi dei lipidi. Oggi sta guadagnando slancio, dato che le ricerche attuali relegano un ruolo minore dei grassi saturi negli alti livelli di colesterolo nel sangue.Studi recenti sostengono sempre più un legame tra gli alimenti ricchi di carboidrati e le malattie cardiache. Il consumo di carboidrati raffinati aumenta il rischio di malattie cardiovascolari, mentre i carboidrati complessi presenti nelle verdure e nei cereali integrali proteggono dallo stesso. Uno studio del 2018 pubblicato su Nutrients suggerisce che una o due porzioni giornaliere aggiuntive di carboidrati possono – a seconda del tipo – ridurre o aumentare il rischio fino al 20%.

Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo 15

Carne rossa

La carne rossa ha sofferto di una cattiva reputazione in quanto responsabile della salute del cuore a causa dell’alto contenuto di colesterolo e di grassi saturi. Molte persone la rinunciano a favore di carni più magre per evitare un consumo eccessivo di grassi che si ritiene innalzino i livelli di colesterolo nel sangue. Una revisione del 2017 pubblicata sul Journal of Preventive Medicine suggerisce che il sodio, i conservanti e altri ingredienti di lavorazione sono i composti che amplificano il rischio di malattie cardiovascolari. Ciò suggerisce che, sebbene ci possano essere altri motivi per ridurre il consumo di carne rossa, i grassi “cattivi” non sono la causa principale.

Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo 17

L’alcol

Mancano dati coerenti sull’impatto dell’alcol sul colesterolo alto. In generale, un consumo moderato di alcol può comportare alcuni benefici cardiovascolari, mentre un’assunzione eccessiva aumenta il rischio di molte condizioni di salute pericolose. I medici della Harvard Medical School raccomandano di non bere più di un bicchiere al giorno. Una porzione standard contiene 14 grammi di alcol puro e può essere consumata in:

  • 5 once di vino
  • 12 once di birra normale
  • 1 grammo di alcolici a 100 gradi
  • 1 etto e mezzo di superalcolici a 80 gradi di pressione

Ricerca sugli alimenti ad alto contenuto di colesterolo 19