Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale

Home / Articoli / Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale

Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale

Justus von Liebig scoprì la tirosina nel 1846. Questo aminoacido non essenziale contribuisce alla sintesi delle proteine. Insieme alla fenilalanina, i due aminoacidi formano l’adrenalina o epinefrina. Sebbene sia disponibile come integratore alimentare, la tirosina è presente in natura in molti alimenti, tra cui uova, semi di sesamo e di zucca e formaggio. L’apporto dietetico raccomandato sia per la tirosina che per il suo precursore fenilalanina è di 15 milligrammi per chilo di peso corporeo. Si tratta di una raccomandazione facile da rispettare: tre etti di carne di manzo magra ne contengono circa un grammo e un albume d’uovo ne contiene circa 250 milligrammi.

Contrastare lo stress

Nei periodi di stress, l’organismo rilascia neurotrasmettitori chiamati catecolamine, che facilitano la comunicazione tra le cellule nervose, e noradrenalina, che svolge un ruolo nel sistema nervoso simpatico. Questo flusso di sostanze chimiche può provocare un impoverimento che influisce sulle funzioni e sull’umore. Ad esempio, l’esaurimento di queste sostanze chimiche può causare rigidità muscolare e disturbi del sonno. Gli studi dimostrano che la tirosina, un precursore di alcuni neurotrasmettitori cerebrali, può aiutare a proteggere dalla stanchezza mentale che può derivare da situazioni di stress.

Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale 1

ADHD e autismo

Nei soggetti affetti da ADHD e autismo si riscontra spesso un deficit di neurotrasmettitori come la noradrenalina e la dopamina. Entrambe queste sostanze chimiche sono responsabili del mantenimento della concentrazione e dell’acutezza mentale. La dopamina è specificamente legata ai lobi frontali, che controllano l’umore. La tirosina, insieme a vitamine chiave, migliora le capacità cognitive e l’espressione emotiva. Per questo motivo i medici raccomandano diete ricche di proteine in aggiunta ai trattamenti tradizionali per queste condizioni.

Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale 3

Ipotiroidismo

L’ipotiroidismo si verifica quando l’ipofisi non produce una quantità sufficiente di TSH, l’ormone che stimola la tiroide, con conseguente rallentamento del metabolismo. Sebbene i farmaci possano trattare questo disturbo, i medici raccomandano anche diete ad alto contenuto proteico che includono alimenti ricchi di tirosina. Un’eccezione è rappresentata dalla soia. Pur essendo ricca di tirosina, contiene anche goitrogeni che interferiscono con la funzione della ghiandola. Anche le arachidi sono ricche sia di tirosina che di goitrogeni. Piuttosto, i medici possono consigliare i frutti di mare e i formaggi come lo svizzero e il romano.

Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale 5

Ipertensione

L’ipertensione è una delle malattie non trasmissibili più comuni e gestibili che, se non trattata, può portare a gravi complicazioni. Uno studio clinico suggerisce che una dieta ad alto contenuto proteico potrebbe contribuire a ridurre la pressione arteriosa sistolica. Tuttavia, un altro studio fornisce una visione più approfondita. Sembra che tra una manciata di aminoacidi testati, la tirosina, a un livello ottimizzato di 200 milligrammi per chilo, abbia un significativo effetto antipertensivo. Ci sono molte teorie su come ciò avvenga, tra cui quella che la tirosina possa indurre il rilascio di catecolamine nel sistema nervoso centrale che abbassano la pressione arteriosa.

Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale 7

Tirosinemia epatorenale

La tirosinemia è una malattia genetica che crea una carenza di fumarilacetoacetato idrolasi o FAH, necessaria all’organismo per scomporre la tirosina. Le persone affette da questa patologia presentano un accumulo di tirosina e di sottoprodotti nei tessuti e negli organi. Un tipo di questa patologia, la tirosinemia epatorenale o tipo I, colpisce i bambini nei primi mesi di vita e può portare a insufficienza epatica e renale. I soggetti affetti da questa patologia devono seguire per tutta la vita una dieta a basso contenuto di tirosina e fenilalanina, insieme a una terapia farmacologica.

Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale 9

Tirosinemia di tipo II e III

La tirosinemia di tipo II, la sindrome di Richner Hahart e il tipo III sono forme estremamente rare di questa malattia. Il tipo II è causato da una carenza di tirosina aminotranserasi o TAT e provoca lesioni cutanee ai palmi delle mani e alle piante dei piedi, nonché ulcere corneali. Il tipo III è un deficit dell’enzima 4-idrossifenilpiruvato diossigenasi o HPD. Entrambi i tipi possono manifestarsi insieme a disabilità intellettiva, convulsioni e perdita di coordinazione. La diagnosi porta alla somministrazione di farmaci e a diete limitate.

Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale 11

Abbronzatura naturale

L’abbronzatura comporta di solito un’esposizione prolungata al sole che può aumentare le probabilità di cancro della pelle e di invecchiamento precoce a causa del processo di ossidazione. La melanina, il pigmento che scurisce la pelle, è prodotta dai melanociti e la melanogenesi richiede l’ossidazione della tirosina per produrre la melanina. Piuttosto che un’eccessiva esposizione al sole, alcuni medici suggeriscono di integrare con 1.000-1.500 milligrammi di tirosina al giorno, insieme ad altre vitamine e a una protezione solare regolare, per ottenere un’abbronzatura naturale senza pericolosi effetti collaterali.

Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale 13

Interferenze con la terapia del melanoma

Il melanoma è un tumore canceroso che può svilupparsi sulle cellule che formano melanina in qualsiasi parte del corpo, anche se più spesso colpisce la pelle. Uno studio condotto su topi affetti da melanoma pigmentato sottoposti a chemioterapia ha dimostrato che la riduzione dei livelli di tirosina e fenilalanina durante il trattamento ha aumentato il tasso di sopravvivenza del melanoma fino al 76%. Ciò implica che la tirosina può favorire l’attività tumorale del melanoma pigmentato e dovrebbe essere evitata durante il trattamento.

Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale 15

Ipertiroidismo

L’ipertiroidismo è una sovrapproduzione di ormoni tiroidei, che provoca un elevato tasso metabolico, un’accelerazione del battito cardiaco, un’elevata pressione sanguigna e altro ancora. La tirosina è un componente del principale ormone tiroideo, la tiroxina. Le persone con tiroide iperattiva che assumono tirosina supplementare possono aumentare ulteriormente i livelli di tiroxina, con il rischio di scatenare aritmie o crisi ipertensive.

Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale 17

Astinenza da alcol

La dipendenza da alcol altera il cervello nel tempo e può portare a carenze e cambiamenti di personalità. L’abuso cronico di alcol altera l’attività di neurotrasmettitori come la serotonina e la dopamina, causando disturbi del comportamento e depressione. Uno studio in doppio cieco ha dimostrato che dosi di aminoacidi, tra cui la fenilalanina e la tirosina, riducono i sintomi dell’astinenza e rendono meno stressante il processo di disintossicazione dall’alcol.

Conoscere la tirosina, un aminoacido vitale 19