Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe

Home / Articoli / Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe

Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe

La malattia di Krabbe fa parte di un gruppo di malattie chiamate leucodistrofie che colpiscono il cervello, il midollo spinale e i nervi. Provoca la degradazione della mielina, il sottile strato isolante che circonda i nervi, che porta alla distruzione della materia bianca. La malattia di Krabbe è anche associata a cellule globoidi, cellule anomale nel cervello che sono troppo grandi e hanno più di un nucleo.

Processo della malattia

La malattia di Krabbe è causata da un deficit enzimatico che porta a un metabolismo improprio della mielina. Questa carenza provoca un accumulo di lipidi, che ha un effetto tossico e spinge le cellule che formano la mielina ad autodistruggersi. Le altre cellule devono lavorare di più per eliminare i lipidi in eccesso e diventano anormalmente grandi, favorendo l’infiammazione e causando ulteriori danni.

Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe 1

Malattia di Krabbe infantile

Malattia di Krabbe infantile ha tre stadi. Nel primo stadio, dopo uno sviluppo normale fino a circa quattro o sei mesi, i bambini iniziano a sviluppare sintomi come irritabilità, difficoltà ad alimentarsi e mancanza di crescita. Possono anche essere ipersensibili agli stimoli e avere spasmi quando sono esposti a luce intensa, rumore o tatto. Nel secondo stadio, il bambino sviluppa problemi di vista e inizia a manifestare episodi convulsivi che non rispondono ai farmaci anticonvulsivanti. Al terzo stadio, la malattia è debilitante e causa cecità, sordità e grave spasticità.

Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe 3

Malattia di Krabbe ad esordio tardo-infantile e giovanile

In malattia di Krabbe tardo infantile i sintomi non compaiono fino a un periodo compreso tra i 13 e i 36 mesi. A questo punto, il bambino può sviluppare un’andatura anomala, alterazioni della vista e irritabilità, fino a episodi di apnea, convulsioni e difficoltà a regolare la temperatura corporea. Nella malattia di Krabbe ad esordio giovanile, i primi sintomi includono tremori, disturbi dell’andatura e ADHD. La velocità di progressione varia, ma è sempre debilitante.

Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe 5

Malattia di Krabbe ad esordio tardivo

Malattia di Krabbe ad esordio tardivo inizia a manifestare i sintomi nella tarda infanzia o nella prima adolescenza. I sintomi iniziano con intorpidimento delle estremità, andatura instabile, convulsioni, perdita dell’udito e della vista e spasticità. Con questo tipo di malattia, la maggior parte dei giovani si deteriora sia mentalmente che fisicamente, anche se alcuni presentano solo sintomi fisici e rimangono mentalmente sani.

Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe 7

Ereditarietà

La malattia di Krabbe è una malattia autosomica recessiva e ciò significa che entrambi i genitori devono essere portatori della malattia. I portatori di solito non presentano alcun sintomo della malattia e possono anche non sapere di esserlo. Quando due portatori di una malattia autosomica recessiva come la malattia di Krabbe hanno figli, c’è una possibilità su quattro che il bambino erediti la condizione.

Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe 9

Diagnosi

La malattia di Krabbe viene diagnosticata basata sull’esame dei sintomi e sugli esami del sangue per la specifica carenza enzimatica coinvolta nello sviluppo della malattia. Spesso la diagnosi è confermata da test genetici. In alcuni casi, la diagnosi arriva dopo uno screening neonatale anormale. Alcune ostetriche effettuano uno screening prenatale attraverso l’amniocentesi quando c’è una storia di malattia di Krabbe nella famiglia più stretta.

Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe 11

Trattamento

Per i neonati che hanno sviluppato la malattia di Krabbe, esiste una terapia nessun trattamento che può curare o migliorare il decorso della malattia. Il trattamento si concentra sul supporto nutrizionale, sulla terapia fisica e sui farmaci per gestire le crisi, la spasticità e l’irritabilità. I bambini più grandi o gli adulti affetti dalla malattia di Krabbe possono beneficiare della fisioterapia per ridurre al minimo la perdita di tono muscolare e della terapia occupazionale per mantenere la massima indipendenza possibile.

Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe 13

Trapianto di cellule staminali ematopoietiche

Opzioni terapeutiche aggiuntive sono disponibili per i neonati asintomatici o con sintomi minimi. Il trapianto di cellule staminali ematopoietiche utilizza le cellule staminali di un donatore sano per stimolare la normale produzione di enzimi nel cervello. Questo approccio terapeutico è più efficace se effettuato prima della comparsa dei sintomi e gli studi dimostrano che può rallentare o arrestare la progressione dei sintomi. Il trapianto di cellule staminali comporta molti rischi, tra cui il rigetto e gli effetti collaterali della terapia antirigetto. Alcuni successi sono stati ottenuti anche infondendo cellule staminali del sangue del cordone ombelicale da un donatore, ma solo in pazienti che non hanno ancora manifestato i sintomi.

Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe 15

Complicazioni

Malattia di Krabbe può portare a molte complicazioni gravi la malattia di Krabbe è caratterizzata da sordità, cecità, spasticità, infezioni varie, aspirazione, insufficienza respiratoria e morte precoce. La malattia provoca comunemente una postura anomala chiamata postura decerebrata , che spesso indica un grave danno cerebrale. Questo tipo di posizionamento prevede che le braccia e le gambe siano dritte e che la testa e il collo si inarchino all’indietro.

Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe 17

Prognosi

Le persone con la malattia di Krabbe infantile hanno una vita media di 13 mesi e la maggior parte muore entro due anni dall’insorgenza della malattia, anche se i trapianti di cellule staminali possono allungare la vita . Quelli con il tipo ad esordio giovanile di solito muoiono entro due anni dalla comparsa dei sintomi. Per le forme giovanili e tardive, l’aspettativa di vita è di circa dieci anni dall’esordio.

Sintomi, gestione e prospettive della malattia di Krabbe 19