Che cos’è la sindrome di Cornelia de Lange?

Home / Articoli / Che cos’è la sindrome di Cornelia de Lange?

Che cos’è la sindrome di Cornelia de Lange?

La sindrome di Cornelia de Lange è un disturbo dello sviluppo causato da una mutazione genetica. I segni e i sintomi sono molto caratteristici e in genere facili da identificare nei casi gravi, mentre le forme più lievi spesso non vengono diagnosticate. La sindrome di Cornelia de Lange può colpire l’aspetto, l’apparato scheletrico, la cognizione e il comportamento e viene solitamente diagnosticata nell’infanzia o nella fanciullezza. Il trattamento della sindrome comprende terapie occupazionali e fisiche adattive. La condizione non è pericolosa per la vita, anche se possono insorgere gravi complicazioni.

Scoperta della sindrome di Cornelia de Lange

I segni e i sintomi della sindrome furono descritti per la prima volta nel 1933 da un medico olandese di nome Cornelia de Lange. La dottoressa de Lange notò i casi di due bambine che presentavano i segni ormai caratteristici, tra cui una piccola circonferenza cranica, difficoltà di alimentazione e caratteristiche facciali anomale. Nonostante l’onore del nome sia andato alla de Lange, la sindrome era stata descritta molti anni prima dal dottor W. Brachmann che, nel 1916, aveva annotato le caratteristiche di un paziente che, in seguito, fu determinato a soddisfare i criteri della sindrome. Anche se meno comune, la sindrome viene talvolta indicata come sindrome di Brachmann-de Lange.

Che cos'è la sindrome di Cornelia de Lange? 1

Caratteristiche fisiche

I tratti distintivi del viso e le anomalie scheletriche della sindrome di Cornelia de Lange spesso consentono una diagnosi basata solo sull’aspetto fisico. Questo è particolarmente vero nei casi più gravi. I segni fisici della sindrome di Cornelia de Lange includono

  • Testa anormalmente piccola
  • Bassa statura
  • Deformità scheletriche, in particolare a livello di mani, braccia e dita
  • Ciglia lunghe
  • Sopracciglia arcuate
  • Orecchie basse
  • Eccessiva peluria corporea

Che cos'è la sindrome di Cornelia de Lange? 3

Sintomi intellettivi e comportamentali

Nei casi più gravi di sindrome di Cornelia de Lange sono comuni una compromissione del funzionamento cognitivo e comportamenti disadattivi. La sindrome può compromettere l’apprendimento, il ragionamento, il linguaggio, la cura della persona e le abilità sociali. Una persona affetta da questa sindrome presenta spesso anche comportamenti comuni ad alcuni tipi di autismo, tra cui la ripetizione compulsiva e l’autolesionismo.

Che cos'è la sindrome di Cornelia de Lange? 5

Cause della sindrome di Cornelia de Lange

Una mutazione nel gene NIPBL, SMC1A, HDAC8, RAD21 o SMC3 causa la sindrome di Cornelia de Lange. Questi geni producono una proteina fondamentale per lo sviluppo fetale chiamata complesso della coesina; la mutazione porta a una produzione anomala della proteina, con conseguente alterazione della regolazione e dell’organizzazione durante lo sviluppo.

Che cos'è la sindrome di Cornelia de Lange? 7

Modelli di ereditarietà

I geni NIPBL, RAD21 e SMC3 mutati sono ereditati con un modello autosomico dominante, il che significa che è necessaria una sola copia della mutazione in ogni cellula per lo sviluppo della sindrome. I geni SMC1A e HDAC8 mutati sono ereditati secondo un modello dominante X-linked, in cui la mutazione si verifica sul cromosoma X.

Che cos'è la sindrome di Cornelia de Lange? 9

Gravità variabile

La gravità della sindrome di Cornelia de Lange è molto variabile, anche tra persone con lo stesso gene mutato. Altre anomalie genetiche, tra cui altre mutazioni, e fattori ambientali possono influenzare lo sviluppo della malattia e i suoi segni e sintomi. Una persona affetta dal disturbo può vivere una vita relativamente normale, mentre un’altra avrà bisogno di molteplici interventi chirurgici e terapie.

Che cos'è la sindrome di Cornelia de Lange? 11

Complicazioni della sindrome di Cornelia de Lange

A causa della gamma di sintomi che provoca, la sindrome di Cornelia de Lange comporta il rischio di varie complicazioni, da relativamente lievi a gravi. Fortunatamente, la maggior parte di esse è gestibile con un’adeguata assistenza medica. Le complicazioni includono

  • Difetti cardiaci congeniti
  • Disturbi gastrointestinali
  • Ostruzione intestinale
  • Crisi epilettiche
  • Problemi agli occhi, compresi i dotti lacrimali non sviluppati o l’estrema miopia
  • Perdita dell’udito

Che cos'è la sindrome di Cornelia de Lange? 13

Diagnosi della sindrome di Cornelia de Lange

La sindrome di Cornelia de Lange viene spesso diagnosticata nella prima infanzia, anche se i casi più gravi possono essere diagnosticati con l’ecografia prima della nascita. I casi più lievi della sindrome possono essere diagnosticati solo quando il ritardo nella crescita o le difficoltà di alimentazione del bambino diventano evidenti.

Che cos'è la sindrome di Cornelia de Lange? 15

Trattamento

Il trattamento della sindrome di Cornelia de Lange dipende dalla gravità, dai segni e dai sintomi della malattia. Per sostenere la crescita nella prima infanzia può essere necessaria l’integrazione di latte artificiale o l’inserimento di un sondino gastrostomico. Le terapie logopediche, fisiche e occupazionali sono spesso consigliate durante lo sviluppo del bambino fino all’adolescenza e, in alcuni casi, oltre. Anche se raramente, può essere necessario un intervento chirurgico per risolvere le anomalie scheletriche o gastrointestinali.

Che cos'è la sindrome di Cornelia de Lange? 17

Vivere con la sindrome di Cornelia de Lange

La maggior parte delle persone con diagnosi di sindrome di Cornelia de Lange vive bene in età adulta, con poche limitazioni nella vita quotidiana. Le complicazioni della sindrome possono avere un impatto negativo sulla qualità e sull’aspettativa di vita, anche se sono meno frequenti. Il supporto e l’assistenza medica continua sono fondamentali per vivere una vita felice e sana con la sindrome.

Che cos'è la sindrome di Cornelia de Lange? 19