10 trattamenti per il cancro al fegato

Home / Articoli / 10 trattamenti per il cancro al fegato

10 trattamenti per il cancro al fegato

Dopo la diagnosi di cancro al fegato, diverse variabili giocano un ruolo nella scelta della migliore opzione terapeutica. Il paziente e il suo medico discuteranno di quanta parte del fegato è stata colpita e se il tumore si è già diffuso ad altre aree del corpo. Anche il vostro stato di salute generale e le vostre preferenze mediche saranno un fattore determinante nella scelta del regime. Di seguito sono elencati dieci trattamenti per il cancro al fegato.

Intervento chirurgico di epatectomia

L’intervento chirurgico può essere eseguito per rimuovere il tumore canceroso e parte del tessuto sano che circonda l’area. Il tasso di successo dell’intervento di epatectomia è molto alto, soprattutto per i pazienti che hanno un tumore in fase iniziale. Se la crescita è inferiore a cinque centimetri, l’intervento si rivela vantaggioso perché la porzione cancerosa del fegato viene rimossa. Per essere un buon candidato a questo intervento, il resto del fegato deve essere sano, poiché assumerà l’intera funzione dell’organo dopo l’asportazione della parte cancerosa.
In alcuni casi, l’intervento chirurgico potrebbe non essere un’opzione. Il cancro del fegato che si è diffuso ad altri organi richiede un ulteriore trattamento. Il vostro oncologo chirurgico discuterà le diverse opzioni di intervento in base al vostro stato di salute e alle vostre preferenze.

10 trattamenti per il cancro al fegato 1

Trapianto di fegato

I termini di un trapianto di fegato sono molto rigidi e specifici. I tumori cancerosi devono essere contenuti nel fegato e rispettare un numero e una dimensione particolari. Inoltre, è necessario un donatore idoneo, ma il numero di organi disponibili è estremamente limitato, il che riduce le possibilità di questa opzione. Dopo l’intervento, il paziente deve essere monitorato attentamente per garantire che l’organismo non rigetti il trapianto. L’operazione in sé è molto efficace, ma l’attesa di un donatore può rappresentare il pericolo maggiore per il paziente.

10 trattamenti per il cancro al fegato 3

Ablazione termica

A seconda dello stadio del tumore al fegato, si può ricorrere al calore per distruggere le cellule tumorali. L’ablazione a radiofrequenza (RFA) e la terapia a microonde sono opzioni terapeutiche valide per il trattamento del tumore al fegato. Sebbene possa essere eseguita chirurgicamente, l’ablazione termica può essere somministrata anche in laparoscopia o direttamente attraverso la pelle. Il paziente deve essere sedato con farmaci prima dell’applicazione. L’idea di utilizzare il laser viene spesso discussa quando il tumore al fegato non è resecabile, cioè non può essere asportato chirurgicamente.
Se vi è stato diagnosticato un tumore al fegato, parlate immediatamente con il vostro medico e con il vostro team di oncologi del vostro piano di trattamento.

10 trattamenti per il cancro al fegato 5

Iniezione percutanea di etanolo

L’etanolo percutaneo è un alcol che viene iniettato direttamente nel tumore canceroso e distrugge in modo sufficiente il cancro al fegato. La procedura è abbastanza semplice, con effetti collaterali minori, tra cui febbre e lieve dolore dopo l’intervento. Sono previsti alcuni rischi, ad esempio se l’alcol si fonde con il fegato, può causare un forte dolore. Questa procedura è ideale per i tumori di dimensioni inferiori a tre centimetri, ma il vostro oncologo potrebbe consigliarvi l’ablazione termica in base alla vostra situazione individuale, dato che l’iniezione percutanea di etanolo sta diventando meno comune.

10 trattamenti per il cancro al fegato 7

Radioterapia stereotassica del corpo (SBRT)

L’uso di raggi X ad alta energia per uccidere il cancro è noto come radioterapia. La SBRT colpisce il tumore mentre viene esposto ad alte dosi di radiazioni. Purtroppo, il processo può distruggere anche i tessuti sani. Gli effetti collaterali possono includere irritazione della pelle, affaticamento e nausea, oltre a danni ai polmoni e allo stomaco, ma potenzialmente possono essere prevenuti. È fondamentale consultare il proprio oncologo radioterapista per conoscere i benefici e i rischi della radioterapia per il cancro al fegato. Il trattamento funziona meglio se la crescita è di cinque centimetri o più piccola, ma può essere preso in considerazione anche in altri casi.

10 trattamenti per il cancro al fegato 9

Radioembolizzazione

Un’altra forma di radioterapia per il tumore del fegato è la cosiddetta radioembolizzazione, che utilizza microsfere radioattive. L’oncologo radioterapista le inserisce chirurgicamente nell’arteria con lo scopo di rifornire di sangue il tumore canceroso. Tuttavia, le microsfere rimangono intrappolate nei piccoli vasi sanguigni del tumore e trasmettono le radiazioni direttamente alla crescita cancerosa. Il processo è simile al trattamento di chemioembolizzazione, altrettanto convenzionale, discusso di seguito.

10 trattamenti per il cancro al fegato 11

Chemioembolizzazione

L’embolizzazione è una procedura che blocca il flusso sanguigno verso il tumore canceroso. Invece di utilizzare le radiazioni, la chemioembolizzazione è così chiamata perché utilizza l’applicazione della chemioterapia. Un catetere inietta le particelle nei vasi che portano al tumore canceroso. Inizialmente, il tumore muore di fame per la mancanza di apporto di sangue e non può più crescere. Poi la chemioterapia lo distrugge efficacemente.
Sebbene i pazienti possano avvertire febbre, dolore allo stomaco, nausea e vomito, il trattamento viene utilizzato per la palliazione del tumore al fegato. Questo trattamento è disponibile anche per i pazienti in attesa di un donatore.

10 trattamenti per il cancro al fegato 13

Chemioterapia

Ai pazienti affetti da tumore al fegato viene spesso prescritto un trattamento farmacologico chiamato chemioterapia. I farmaci vengono iniettati in una vena o nell’arteria epatica che alimenta il fegato. Tuttavia, in alcuni casi possono essere assunti anche per bocca. L’obiettivo è bloccare il flusso di sangue attraverso l’arteria per consentire alla chemioterapia di distruggere il tumore. La chemioterapia comporta effetti collaterali significativi, ma ciò dipende dal dosaggio e dalla risposta individuale del paziente ai farmaci.
I rischi più comuni sono la perdita di capelli, la nausea e il vomito, la stanchezza, la facilità di formazione di lividi, il gonfiore alle gambe, la diarrea e le afte. Tuttavia, i sintomi avversi sono di solito temporanei.

10 trattamenti per il cancro al fegato 15

Terapia mirata

Il medico può richiedere esami del sangue, scansioni per immagini e altri test per determinare la causa genetica della crescita del cancro al fegato. Questo tipo di trattamento è mirato a particolari geni o proteine che contribuiscono alla sopravvivenza del tumore, evitando al contempo di danneggiare i tessuti sani.
Il sorafenib è una terapia mirata che si assume sotto forma di pillola orale. Viene prescritta ai pazienti con malattia epatica avanzata e può prolungare la vita per diversi mesi. Gli effetti collaterali includono eruzione cutanea, affaticamento, pressione alta, perdita di appetito e piaghe. Tuttavia, dipende dal tumore metastatizzato e dalla salute generale del fegato.

10 trattamenti per il cancro al fegato 17

Immunoterapia

L’immunoterapia si riferisce al sistema immunitario e all’idea di utilizzare le difese naturali dell’organismo per combattere la malattia. Conosciuta anche come terapia biologica, l’organismo del paziente deve essere migliorato o ripristinato utilizzando materiali di laboratorio. Attualmente è disponibile solo come sperimentazione clinica e non è un’opzione di trattamento standard.
Tuttavia, i pazienti affetti da tumore al fegato possono partecipare agli studi clinici prima, durante o dopo il trattamento. Sia gli scienziati che i medici ricercano nuovi approcci alla cura del cancro attraverso studi clinici sicuri. Se desiderate sottoporvi a farmaci o interventi innovativi che non sono noti al paziente medio, avete la possibilità di farlo.
A volte il trattamento di malattie avanzate offre opzioni terapeutiche limitate; potete approfittare della ricerca continua degli studi clinici per gestire i sintomi e curare la malattia

10 trattamenti per il cancro al fegato 19