Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale

Home / Articoli / Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale

Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale

Dopo una commozione cerebrale, i sintomi tendono a svilupparsi rapidamente e di solito si risolvono entro poche settimane. Tuttavia, a volte possono manifestarsi in ritardo o persistere per mesi dopo l’incidente. Si tratta dei sintomi post-concussivi, che variano da lievi a gravi. Molti di questi sintomi possono essere trattati con vari metodi.

Mal di testa persistente

Il mal di testa che dura più a lungo del normale o che si presenta più frequentemente è il sintomo post-concussivo più comune. La maggior parte delle persone le descrive come cefalee di tipo tensivo, anche se alcuni soffrono di emicrania Fino al 32% alcuni pazienti post-concussione riferiscono che il mal di testa continua fino a un anno dopo la commozione cerebrale.

Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale 1

Vertigini

Fino all’80% delle persone con sintomi post-concussivi sperimentano vertigini estreme . Per circa un quarto degli individui, questi sintomi persistono per un anno dopo la commozione cerebrale. Gli studi dimostrano che gli adulti più anziani hanno un rischio maggiore di vertigini, il che aumenta anche il rischio di lesioni, o peggio, di cadute traumatiche. La ricerca non ha ancora trovato una causa definitiva per le vertigini post-concussive.

Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale 3

Visione e altri problemi sensoriali

Diversi problemi alla vista possono persistere anche dopo una commozione cerebrale. Circa il 14% delle persone con sintomi post-concussivi sviluppa una visione sfocata. Alcuni presentano una visione doppia più specifica o diplopia. In molti casi, le alterazioni della vista sono accompagnate da altri problemi sensoriali, come acufeni o sensibilità alla luce e al rumore.

Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale 5

Coordinazione ed equilibrio

Gli esperti medici hanno identificato una serie di problemi di postura, coordinazione ed equilibrio che possono seguire una commozione cerebrale. Altri sintomi, soprattutto vertigini e problemi alla vista, sono spesso parzialmente responsabili delle alterazioni dell’equilibrio post-concussione. Tuttavia, alcuni studi indicano che il danno ad alcune parti del cervello inibisce direttamente il corretto equilibrio e la postura.

Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale 7

Difficoltà di concentrazione

Anche le alterazioni delle funzioni mentali sono potenziali sintomi post-concussivi. Tra questi, i più diffusi sono influenzano l’ attenzione e la cognizione. Questi sintomi possono essere lievi o più marcati. Progetti e compiti che prima erano semplici da portare a termine possono sembrare più difficili, apparentemente senza motivo. Sebbene i sintomi cognitivi tendano a migliorare entro sei mesi o un anno dalla commozione cerebrale, in alcuni casi possono anche persistere.

Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale 9

Problemi di memoria

Molte persone hanno problemi di memoria, soprattutto a breve termine, dopo una commozione cerebrale. Questi problemi sono spesso meno evidenti di altri sintomi. Le situazioni tipiche o quotidiane, come dimenticare un appuntamento, diventano spesso più frequenti Alcuni studi indicano che le alterazioni della memoria sono statisticamente evidenti solo nei casi di impatti commotivi ripetuti, come quelli che possono colpire alcuni tipi di atleti.

Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale 11

Cambiamenti nel sonno

Dopo una commozione cerebrale, vari problemi possono influenzare i modelli di sonno. La stanchezza estrema che porta a lunghi periodi di sonno è comune. In alternativa, alcune persone soffrono di insonnia che impedisce o limita il sonno. Molte persone si ritrovano a fare sogni meno o meno vividi. Altri sintomi post-concussivi possono scatenare disturbi del sonno che una persona attribuisce erroneamente all’insonnia.

Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale 13

Perdita dell’udito

I traumi cranici che causano una commozione cerebrale possono anche danneggiare le aree della testa o del cervello responsabili dell’udito, tra cui la membrana timpanica, gli ossicini o le aree dell’orecchio medio. La perdita dell’udito può verificarsi fino al 20% delle persone dopo un trauma da commozione cerebrale. La maggior parte della perdita dell’udito riguarda le alte frequenze, anche se è possibile una perdita delle basse frequenze. Alcuni possono avvertire ronzii nelle orecchie.

Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale 15

Cambiamenti di personalità

Alcune persone sperimentano cambiamenti psicologici e comportamentali dopo una commozione cerebrale. Sebbene l’individuo non si accorga di questi cambiamenti, essi sono evidenti agli altri che hanno familiarità con la personalità originaria della persona. Gli sbalzi d’umore sono tipici delle situazioni post-concussive. Alcune persone diventano più apatiche, mentre altre agiscono in modo più aggressivo. Il cambiamento di personalità più comune è un aumento dell’irritabilità.

Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale 17

Depressione e ansia

Le commozioni cerebrali possono anche portare a disturbi d’ansia, il che può spiegare alcuni dei cambiamenti di personalità post-concussivi. Recentemente, gli esperti hanno riconosciuto che molti sintomi post-concussivi sono simili a quelli dei disturbi depressivi. Questo ha portato la ricerca a concentrarsi sulla depressione e sull’ansia come potenziali fattori scatenanti degli altri sintomi. Alcuni ricercatori hanno anche fatto collegamenti con il disturbo da stress post-traumatico.

Sintomi post-concussivi: gli effetti di una commozione cerebrale 19