Quando preoccuparsi della poliuria

Home / Articoli / Quando preoccuparsi della poliuria

Quando preoccuparsi della poliuria

La poliuria è una minzione eccessiva. Molte persone che accusano questo sintomo abbastanza comune se ne accorgono solo di notte, quando si svegliano continuamente per andare in bagno. La poliuria è diversa dall’urgenza. Non indica un bisogno frequente di urinare, ma piuttosto che l’organismo produce più di 2,5 litri di urina al giorno, a seconda dell’assunzione di liquidi.

Poliuria notturna

La poliuria notturna si verifica quando l’organismo produce una quantità eccessiva di urina durante la notte . La definizione di questo fenomeno è però difficile, poiché la definizione di “notte” è unica per tutti. Se la poliuria notturna è legata ai livelli di luce o al ritmo circadiano, un orario fisso definisce l’inizio della notte. Se è legata al sonno, si utilizza un orario di coricamento definito dal paziente.

Quando preoccuparsi della poliuria 1

Diabete insipido

Una potenziale causa di poliuria è diabete insipido (DI) una malattia rara che rende l’organismo incapace di regolare l’equilibrio dei liquidi, causando sete estrema e poliuria. In alcuni casi, la produzione giornaliera di urina di una persona affetta da DI supera i tre litri. La DI non ha una cura, ma i sintomi sono gestibili con ormoni sintetici, una dieta a basso contenuto di sale e un’assunzione di acqua sufficiente a evitare la disidratazione.

Quando preoccuparsi della poliuria 3

Sintomi e cause del diabete insipido

L’insipido diabetico causa poliuria perché i reni non riescono a concentrare efficacemente l’urina . L’ormone antidiuretico (ADH) controlla la quantità di acqua escreta dai reni. L’insipienza impedisce al cervello di produrre l’ADH o ostacola la capacità dei reni di rispondervi, provocando poliuria. Traumi cranici, tumori, malattie autoimmuni e infezioni possono causare la DI.

Quando preoccuparsi della poliuria 5

Chetoacidosi diabetica

Un’altra condizione che causa poliuria è chetoacidosi diabetica (DKA) . Questa condizione si verifica quando l’organismo ha una quantità insufficiente di insulina e non è in grado di utilizzare il glucosio come fonte di energia. L’organismo inizia a scomporre i grassi, alcuni dei quali vengono trasformati in chetoni che si accumulano rapidamente nel sangue. Inoltre, converte il glicogeno e le proteine in glucosio. Tutto questo provoca un’enorme impennata della glicemia, che porta a una poliuria estrema.

Quando preoccuparsi della poliuria 7

Sintomi e cause della chetoacidosi diabetica

Sete estrema e poliuria sono i due sintomi più comuni della DKA . La maggior parte delle persone affette da questa patologia sono diabetici di tipo 1, ma una percentuale compresa tra il 27 e il 37% non viene diagnosticata all’inizio dei sintomi. Questa pericolosa condizione è la principale causa di morte per le persone con diabete di tipo 1 sotto i 24 anni. Colpisce anche le persone con un sottogruppo specifico di diabete di tipo 2 il cui organismo è incline a produrre chetoni.

Quando preoccuparsi della poliuria 9

Cause meno comuni

La DI e la DKA sono due cause comuni di poliuria, ma ce ne sono anche altre meno comuni, tra cui l’uso di diuretici, litio , caffeina e alcol . Anche livelli elevati o bassi di calcio nel sangue, insufficienza renale e anemia falciforme possono causarla. Alcune persone sperimentano la poliuria dopo aver ricevuto il mezzo di contrasto per una risonanza magnetica o una TAC, ma di solito questo fenomeno dura solo per circa 24 ore.

Quando preoccuparsi della poliuria 11

Monitoraggio della poliuria a casa

Se si verifica una poliuria che non è spiegata da un aumento dell’assunzione di liquidi o dai farmaci assunti, contattare il medico. Probabilmente vi chiederà per monitorare la poliuria a casa tenendo traccia di cosa e quanto si beve, di quante volte al giorno si urina, del volume delle urine e di quanto si pesa ogni giorno sulla stessa bilancia.

Quando preoccuparsi della poliuria 13

Esami di laboratorio

Una volta che il medico ha accertato la presenza di poliuria, un controllo della glicemia conferma o esclude il diabete. Se non ci sono segni di diabete, il medico eseguirà altri esami, tra cui quelli ematochimici, le analisi delle urine, il livello di ADH e l’osmolalità delle urine, per valutare la concentrazione. Il medico può ordinare un test di deprivazione idrica in regime di ricovero. Il paziente deve astenersi dal bere acqua e i medici raccolgono le urine ogni ora per valutarne la concentrazione. Questo aiuta il medico a determinare se il cervello non produce un’adeguata quantità di ADH o se i reni non sono in grado di utilizzarlo correttamente.

Quando preoccuparsi della poliuria 15

Trattamento

La poliuria si risolve trattando la causa sottostante. DI i trattamenti possono includere l’aumento dell’assunzione di acqua , una dieta a basso contenuto di sale o la desmopressina, un farmaco che sostituisce l’AHD mancante. Se la causa della DI è un tumore cerebrale o un’altra anomalia, il medico la tratterà per prima. La DKA viene solitamente trattata in ospedale o in clinica e prevede la sostituzione di liquidi ed elettroliti e l’insulina per via endovenosa con un attento monitoraggio.

Quando preoccuparsi della poliuria 17

Prognosi

La disidratazione è il pericolo maggiore della poliuria. Se la causa è la DI e la condizione viene trattata correttamente, i sintomi sono gestibili e la persona può vivere una vita normale. La DKA è più grave. Se non trattata, può provocano coma, malattia grave o morte . Se presa in tempo e trattata in ospedale, i sintomi della DKA, compresa la poliuria, dovrebbero risolversi in 24 ore.

Quando preoccuparsi della poliuria 19