Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico

Home / Articoli / Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico

Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico

Quando una donna è incinta, l’embrione si sviluppa all’interno del sacco amniotico, una membrana piena di liquido amniotico che circonda il bambino e svolge un ruolo importante nel suo sviluppo. Il polidramnios si verifica quando c’è troppo liquido amniotico nel sacco amniotico. Questo provoca una crescita eccessiva dell’utero e può influire negativamente sullo sviluppo del feto. Il polidramnios può verificarsi già a 16 settimane, anche se è più comune molto più avanti nella gravidanza. Questa rara condizione colpisce l’uno o il due percento delle gravidanze.

Ruolo del liquido amniotico

Per capire il polidramnios, è utile conoscere un po’ come si sviluppa una gravidanza normale. Il sacco amniotico si forma circa 12 giorni dopo il concepimento. A questo punto, il liquido amniotico protegge l’embrione e aiuta a mantenere la temperatura. Man mano che il feto si sviluppa, respira il liquido per sviluppare i polmoni e lo ingerisce per sviluppare il sistema gastrointestinale. Il liquido amniotico permette inoltre al bambino di scalciare e muoversi per favorire lo sviluppo dei muscoli e delle ossa e impedisce la compressione del cordone ombelicale.

Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico 1

Normale regolazione del liquido amniotico

All’inizio della gravidanza, il liquido amniotico è composto principalmente da acqua proveniente dalla madre. Più tardi, intorno alla 20a settimana, il liquido è costituito principalmente da urina fetale. La quantità è regolata dal feto che inghiotte il liquido e lo fa rientrare nel sacco amniotico come urina. Il polidramnios, o eccesso di liquido amniotico, si verifica per diverse ragioni, in particolare quando questo metodo di regolazione non è efficace.

Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico 3

Accumulo anomalo di liquido

Una delle cause del polidramnios è uno squilibrio tra la quantità di liquido amniotico che il feto deglutisce e la quantità di urina prodotta. Questo problema può essere causato da disabilità congenite che influiscono sulla capacità del bambino di deglutire, tra cui problemi gastrointestinali o disturbi del sistema nervoso centrale. Se viene prodotta una quantità di urina fetale notevolmente superiore a quella che il feto deglutisce, i livelli di liquido amniotico possono aumentare.

Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico 5

Cause

La causa del polidramnios è difficile da determinare e spesso rimane un mistero. Oltre a uno squilibrio tra la quantità di liquidi ingeriti dal feto e la quantità di urina prodotta, le cause includono elevati livelli di glucosio nel sangue della madre prima o durante la gravidanza, diversi gruppi sanguigni tra la madre e il bambino, problemi con la placenta e la sindrome da trasfusione da gemello a gemello quando si portano in grembo gemelli identici.

Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico 7

Sintomi

Il polidramnios lieve di solito non presenta alcun segno o sintomo. Nei casi più gravi, l’aumento del liquido rende l’utero più grande e i sintomi sono più evidenti. Le donne possono accusare respiro affannoso, disturbi addominali, gonfiore alle gambe e crampi o contrazioni uterine. Il feto può anche presentarsi in posizione podalica. Se il medico o l’ostetrica hanno difficoltà a sentire il bambino e l’utero misura più del dovuto in qualsiasi momento, possono sospettare un polidramnios.

Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico 9

Diagnosi

Quando il medico sospetta un polidramnios, il primo esame diagnostico è un’ecografia fetale. Questo esame non invasivo utilizza le onde sonore per produrre immagini che consentono ai medici di valutare la quantità di liquido amniotico e di monitorare il feto. Se vi è evidenza di polidramnios, il medico può eseguire una scansione dettagliata per misurare le sacche di liquido, per determinare l’entità del problema. Una scansione approfondita del feto può valutare l’eventuale presenza di complicazioni.

Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico 11

Test

Una volta posta la diagnosi di polidramnios, la madre spesso richiede ulteriori esami. Gli esami specifici si basano sui fattori di rischio e sulla storia clinica passata. Possono includere esami del sangue per le infezioni e un’amniocentesi. Quest’ultima procedura prevede il prelievo di un campione di liquido amniotico, comprendente cellule fetali e sostanze chimiche prodotte dal bambino, che può essere utilizzato per verificare la presenza di anomalie cromosomiche.

Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico 13

Complicazioni

Il polidramnios può comportare complicazioni sia per la madre che per il bambino. Può verificarsi un distacco della placenta, cioè il distacco della placenta dalla parete uterina. È possibile che si verifichino un travaglio precoce e un parto prematuro e che il bambino sia in posizione podalica. Il parto cesareo è frequente quando la madre è affetta da polidramnios. Esiste la possibilità che il cordone ombelicale esca dal canale del parto prima che il bambino nasca durante il parto vaginale. Inoltre, la madre può avere un’emorragia eccessiva.

Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico 15

Monitoraggio della gravidanza con poliidramnios

Quando a una donna viene diagnosticato il polidramnios, il medico monitorerà la sua gravidanza più da vicino. Può effettuare un test non stressante che controlla la frequenza cardiaca del feto durante l’attività. Durante questo test, la madre indossa uno speciale monitor che legge la frequenza cardiaca del bambino. Per far muovere il bambino, si può chiedere alla madre di bere o mangiare. A volte, un segnale acustico incoraggia il movimento o sveglia il feto se sta dormendo. Un altro test è il profilo biofisico, un’ecografia dettagliata che misura la respirazione, il movimento e il tono del bambino e misura con maggiore precisione la quantità di liquido amniotico.

Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico 17

Il trattamento

I casi lievi di solito non richiedono un trattamento e possono risolversi da soli con il progredire della gravidanza. Il trattamento della causa sottostante, come un’infezione o il diabete, può risolvere alcuni casi di polidramnios. I casi più gravi richiedono spesso interventi come il drenaggio del liquido amniotico in eccesso con l’amniocentesi. I farmaci possono ridurre la produzione di urina fetale per ridurre il volume del liquido amniotico. Il cuore del bambino può dover essere monitorato attentamente con un ecocardiogramma. I casi lievi o moderati di solito portano a termine la gravidanza. Nei casi di polidramnios grave, il bambino può richiedere un parto anticipato per evitare complicazioni.

Polidramnios: Accumulo eccessivo di liquido amniotico 19