Che cos’è l’estrogeno e perché è importante?

Home / Articoli / Anatomia / Che cos’è l’estrogeno e perché è importante?

Cos’è l’estrogeno e perché è importante?

L’estrogeno è uno dei principali ormoni sessuali femminili, insieme al progesterone. Il primo è responsabile di vari processi nel corpo femminile ed è l’ormone maggiormente responsabile delle caratteristiche fisiche. Gli estrogeni sono presenti anche nei maschi, ma in quantità molto minore. Le fluttuazioni nella produzione di estrogeni sono dovute a molte ragioni e spesso sono temporanee. Essendo l’estrogeno un ormone così importante, una produzione insufficiente o eccessiva per un periodo di tempo prolungato può portare a una serie di problemi di salute.

Che cos’è l’estrogeno?

Tutti gli ormoni agiscono come messaggeri chimici che viaggiano in tutto il corpo, trasportando informazioni e istruzioni a ogni cellula. La maggior parte degli estrogeni è prodotta dalle ovaie, ma anche le ghiandole surrenali e il tessuto adiposo ne producono piccole quantità.

Che cos'è l'estrogeno e perché è importante? 1

Che cosa fanno gli estrogeni nell’organismo?

Il ruolo principale degli estrogeni è quello di provocare la pubertà nelle ragazze, che si verifica quando gli estrogeni circolanti nel sangue si legano ai recettori in aree specifiche. Il risultato è l’inizio delle mestruazioni e la crescita di seni e peli pubici. Sebbene questo sia il ruolo principale dell’ormone, gli estrogeni influenzano anche molte altre parti del corpo.

Che cos'è l'estrogeno e perché è importante? 3

Effetti degli estrogeni alti

L’eccesso di estrogeni può essere dovuto alla terapia ormonale sostitutiva, allo stress o alle regolari fluttuazioni mensili. I segni di un aumento degli estrogeni includono aumento di peso, affaticamento, depressione, ansia, peggioramento della sindrome premestruale, crampi, emorragie e diminuzione del desiderio sessuale. Segni più gravi sono il seno fibrocistico o i fibromi nell’utero. Nessuna di queste condizioni è maligna, ma può causare un disagio significativo. Gli uomini con estrogeni elevati possono subire la crescita del tessuto mammario e l’infertilità.

Che cos'è l'estrogeno e perché è importante? 5

Effetti degli estrogeni bassi

La causa più comune di un basso livello di estrogeni è la menopausa, ma può anche essere il risultato dell’asportazione chirurgica delle ovaie. I sintomi includono periodi mestruali più brevi, sudorazione notturna, vampate di calore, diminuzione del desiderio sessuale, sbalzi d’umore, pelle secca e assottigliamento della vagina. Il calo di estrogeni può anche causare forti mal di testa. Per gli uomini, un basso livello di estrogeni può portare a un calo del desiderio sessuale e a un aumento del grasso della pancia.

Che cos'è l'estrogeno e perché è importante? 7

Estradiolo

Esistono tre tipi di estrogeni naturali: estradiolo, estriolo ed estrone. L’estradiolo è la forma più forte di estrogeno; viene prodotto nelle ovaie ed è responsabile della maturazione e del mantenimento del sistema riproduttivo femminile. Questo ormone prepara e rilascia l’ovulo durante le mestruazioni e ispessisce la parete uterina in modo che l’ovulo fecondato possa impiantarsi. Poiché le ovaie sono il principale produttore di estradiolo, la produzione diminuisce significativamente quando le donne entrano in menopausa. È interessante notare che si tratta di una forma di estrogeno di cui gli uomini hanno bisogno, anche se in quantità molto minore, perché contribuisce anche alla funzione cerebrale e alla salute delle ossa.

Che cos'è l'estrogeno e perché è importante? 9

Estriolo

L’estriolo è una forma di estrogeno dominante solo durante la gravidanza. Viene secreto principalmente dalla placenta ed è il tipo più debole. Nelle donne che non sono in gravidanza ma non hanno ancora raggiunto la menopausa, l’estriolo è in genere solo un sottoprodotto della scissione da parte del fegato di altre forme di estrogeni prodotte dalle ovaie. Gli esperti ritengono che l’estriolo influisca sul flusso sanguigno e sulla vascolarizzazione della placenta. Per questo motivo, viene spesso misurato durante i test prenatali e utilizzato come marcatore di possibili anomalie fetali.

Che cos'è l'estrogeno e perché è importante? 11

Estrone

La terza forma di estrogeno è l’estrone. Viene prodotto dalle ovaie, dal tessuto adiposo e dalle ghiandole surrenali. È la forma più debole ed è più evidente nelle donne in post-menopausa. A volte può essere convertito in estrogeni più potenti quando necessario.

Che cos'è l'estrogeno e perché è importante? 13

Fluttuazioni dei livelli di estrogeni

La menopausa è la causa principale delle fluttuazioni degli estrogeni, ma non è l’unica. Anche la pillola anticoncezionale, la gravidanza e le terapie sostitutive possono causare variazioni dei livelli di estrogeni. I livelli variano anche durante il ciclo mestruale, raggiungendo il massimo nei giorni fertili e il minimo durante le mestruazioni. L’organismo smette di prepararsi alla gravidanza, quindi gli ormoni diminuiscono e il rivestimento uterino viene eliminato, in modo che il ciclo possa ricominciare.

Che cos'è l'estrogeno e perché è importante? 15

Salute delle ossa

Gli estrogeni sono importanti anche per la salute delle ossa, insieme alla vitamina D e al calcio. La riduzione dei livelli di estrogeni nelle donne in postmenopausa è una delle cause principali della prevalenza dell’osteoporosi in questa fascia demografica. La crescita ossea rallenta intorno ai 30 anni e, dopo la menopausa, il corpo inizia a demolire più osso di quanto ne sostituisca. Anche se questa perdita ossea alla fine si stabilizza, la diminuzione degli estrogeni continua a influenzare la forza delle ossa. Dopo la menopausa, non è raro che una donna perda fino al 20% della sua massa ossea.

Che cos'è l'estrogeno e perché è importante? 17

Terapia sostitutiva degli estrogeni

Esistono diverse forme di terapia estrogenica sostitutiva, tra cui gli estrogeni sistemici sotto forma di cerotto, crema, gel, spray o pillola e la terapia combinata di estrogeni e progesterone. Anche il trattamento a basso dosaggio di estrogeni è un’opzione. La terapia ormonale comporta dei rischi, alcuni dei quali sono piuttosto significativi. Alcune opzioni aumentano il rischio di malattie cardiache, coaguli di sangue, cancro al seno e ictus, anche se il rischio varia a seconda dell’età in cui la donna inizia la terapia. D’altra parte, la sostituzione degli estrogeni è una terapia efficace per le donne in menopausa e può contribuire a ridurre il rischio di ansia, depressione e osteoporosi. L’età attuale, l’età di inizio della menopausa e lo stato di salute generale contribuiscono a stabilire se la terapia ormonale sostitutiva è una buona opzione.

Che cos'è l'estrogeno e perché è importante? 19