10 Sintomi di trombosi

Home / Articoli / 10 Sintomi di trombosi

10 Sintomi di trombosi

La trombosi è una condizione medica che interessa la circolazione sanguigna in parti localizzate del corpo. Si verifica a causa della formazione di un coagulo di sangue all’interno dei vasi sanguigni di una vena più profonda, come quelli delle gambe, delle braccia, del torace e altro ancora. Anche se la trombosi non è una malattia molto comune, può essere grave e causare gravi disabilità. È essenziale conoscere i dieci sintomi più evidenti della trombosi, in modo che, se si verificano, ci si possa rivolgere immediatamente a un medico. Un ritardo nel trattamento può causare complicazioni critiche; pertanto, una diagnosi rapida sarà molto utile.

Gonfiore agli arti inferiori

Il segno più tipico della trombosi è l’infiammazione di aree localizzate agli arti inferiori, come la caviglia, il piede o un lato della gamba. Sebbene nella maggior parte dei casi questa sia l’area generale in cui si verifica il gonfiore legato alla trombosi, in linea di principio anche le braccia e il torace possono sviluppare sintomi. Il gonfiore della regione interessata compare senza alcuna causa scatenante e può passare da un’infiammazione lieve a un’amplificazione visibile in meno di 48 ore. Se il gonfiore si accompagna agli altri sintomi citati, è bene consultare un medico il prima possibile.

10 Sintomi di trombosi 1

Dolore

La regione infiammata di solito inizia anche a dolere. Le persone descrivono il dolore da trombosi come un dolore crampiforme, che inizia nel polpaccio del piede colpito. Ben presto può estendersi anche all’area circostante, causando la sensazione di dolore localizzato in un arto. È da notare che il dolore può variare da lieve a forte e, data la sua specificità e singolarità, di solito non viene mai scambiato per un normale mal di gambe o un dolore muscolare.

10 Sintomi di trombosi 3

Pelle calda

Un altro classico segno di trombosi è che l’area interessata diventa calda al tatto, con una temperatura sensibilmente più alta rispetto alla pelle circostante. Nella maggior parte dei casi, il calore si estende solo fino al gonfiore, conferendo all’area infiammata un aspetto molto caratteristico e prominente. Questo sintomo dovrebbe mettere in guardia dalla possibilità di una grave condizione di salute, spingendovi a intraprendere un’indagine medica approfondita.

10 Sintomi di trombosi 5

Decolorazione della pelle

Se si sviluppa una trombosi, ci si può accorgere della condizione quando l’area interessata inizia a mostrare segni di decolorazione. In genere, l’area interessata diventa rosa-rossa e il colore si intensifica gradualmente fino a diventare marrone intenso. In alcuni casi, alcune parti della pelle decolorata possono anche diventare blu. Questa pigmentazione si verifica in situazioni in cui la trombosi ha iniziato a influenzare la circolazione sanguigna in modo molto intenso. In questo caso è necessario rivolgersi a un medico per evitare un ulteriore aggravamento della condizione. Una volta iniziato il trattamento, la colorazione dovrebbe scomparire entro due o tre giorni.

10 Sintomi di trombosi 7

Vene visibili

A volte le vene colpite, dove si forma il coagulo, diventano visibili sulla superficie della pelle. Con l’infiammazione della pelle, molti nervi superficiali possono diventare più prominenti e visibili, e la vena profonda colpita è la più evidente. Quest’ultima può anche essere percepita sulla superficie cutanea come un cordone solido e ispessito. Questa presenza riflette il fatto che le membrane della vena sono stressate a causa dell’impedimento del flusso sanguigno, facendo assumere alla vena una forma così rigida che è possibile percepirla rapidamente pungendo l’epidermide. Quando i sintomi diventano così gravi, non bisogna esitare a consultare un medico.

10 Sintomi di trombosi 9

Gambe stanche

Molti pazienti con trombosi lamentano una sensazione di stanchezza agli arti. Questa stanchezza localizzata è diversa dal mal di gambe e dal sovraffaticamento per quanto riguarda la natura della sensazione. È più simile a una sensazione di pesantezza alle gambe, che provoca un certo grado di letargia e rende gli individui poco propensi al movimento. Questa sensazione di stanchezza alle gambe può iniziare prima della comparsa di altri sintomi, anche se non molte persone vi prestano attenzione. Inoltre, questa stanchezza può durare dopo la guarigione, fino a una settimana; diversi fattori, tra cui la solidità del sistema immunitario, la risposta dell’organismo al trattamento e così via, giocano un ruolo nel determinare il prolungamento del disagio.

10 Sintomi di trombosi 11

Respirazione rapida

In alcuni casi, la trombosi può assumere un carattere più pericoloso se porta all’embolia polmonare. Questo sintomo si verifica quando il coagulo di sangue si libera dal sito di origine e raggiunge i polmoni. Come conseguenza del coagulo che impedisce l’afflusso di sangue a uno o a entrambi i polmoni, si possono manifestare respiro affannoso e battito cardiaco accelerato. È probabile che questi sintomi si presentino all’improvviso, quindi è necessario recarsi al pronto soccorso. Se il coagulo riesce in qualche modo a bloccare completamente il flusso sanguigno, può verificarsi la morte improvvisa, anche se tale evenienza è certamente rara.

10 Sintomi di trombosi 13

Dolore al petto

Se il coagulo di sangue che causa la trombosi si sposta verso i polmoni, può causare l’infiammazione del tessuto che ricopre i polmoni. Questo gonfiore tende a causare un dolore toracico acuto, che si intensifica con la respirazione pesante e la tosse. I dolori toracici lancinanti aumentano la probabilità di diagnosi errate. Perché sono simili ad altre patologie come l’infarto, l’asma e la polmonite. È quindi estremamente importante che, se si avverte questo tipo di disagio, si sia precisi nel riferire i sintomi al medico, in modo che sia possibile una diagnosi accurata relativamente presto.

10 Sintomi di trombosi 15

Vertigini

Quando l’embolia polmonare si verifica a causa di una trombosi, si parla di tromboembolia. Si può soffrire di vertigini. Quando il coagulo non è troppo grande, i problemi di respirazione e il dolore al petto possono manifestarsi più tardi, mentre le vertigini iniziano a manifestarsi presto. Spesso le vertigini non vengono prese sul serio. Inoltre, il medico curante potrebbe avere difficoltà ad accertarne la causa. Quando iniziano a comparire altri sintomi di problemi polmonari, si può fare il collegamento tra la diminuzione della quantità di ossigeno nell’organismo e gli svenimenti.

10 Sintomi di trombosi 17

Tosse sanguinolenta

Se la trombosi si trasforma presto in tromboembolia, è possibile che si verifichi una tosse sanguinolenta. Possono verificarsi colpi di tosse improvvisi che producono quantità visibili di espettorato sanguinolento. La possibilità di una diagnosi errata è molto alta, dato che diverse altre condizioni sono responsabili di una tosse sanguinolenta. Se si dispone di un resoconto completo di tutti i sintomi, uno specialista esperto può essere in grado di diagnosticare correttamente la condizione in fase iniziale. Una diagnosi corretta può essere molto utile per prevenire malattie gravi e disabilità. Un’embolia polmonare può avere gravi conseguenze, soprattutto se non viene trattata.

10 Sintomi di trombosi 19