10 pericoli dell’olio di cocco

Home / Articoli / Cibo / Alimentazione / 10 pericoli dell’olio di cocco

10 pericoli dell’olio di cocco

Probabilmente avrete già sentito parlare delle meraviglie dell’olio di cocco. Le persone di tutto il mondo stanno iniziando a usare quest’olio in cucina, per la cura della pelle, per i prodotti di bellezza e per i rimedi casalinghi. Con l’improvvisa comparsa dei prodotti a base di cocco in un breve lasso di tempo, non abbiamo ancora visto gli effetti a lungo termine che l’olio di cocco può portare. In anni di ricerca abbiamo imparato che una quantità eccessiva di qualsiasi cosa è un male, quindi quali sono i pericoli che un eccesso di olio di cocco può comportare?

Livelli elevati di colesterolo

Sebbene l’olio di cocco dia una spinta al colesterolo “buono” HDL, può comunque aumentare i livelli di colesterolo “cattivo” LDL. Questo perché è composto per circa il 90% da grassi saturi, persino più del burro, e i grassi saturi aumentano il colesterolo LDL. Secondo Walter C. Willett, medico della Harvard School of Public Health, “l’olio di cocco non è salutare quanto gli oli vegetali come l’olio d’oliva e l’olio di soia, che sono principalmente grassi insaturi e quindi abbassano le LDL e aumentano le HDL” Poiché gli effetti a lungo termine sui livelli di colesterolo non sono stati studiati a fondo, è meglio usare questi prodotti con parsimonia.

10 pericoli dell'olio di cocco 1

Cattivi per il cuore

È ormai assodato che il consumo di alimenti ricchi di grassi saturi è legato alle malattie coronariche. L’olio di cocco è particolarmente ricco di grassi saturi e privo di acidi grassi essenziali.
Per le persone che hanno già livelli elevati di colesterolo, è particolarmente importante stare alla larga da qualsiasi alimento che possa aumentare il colesterolo LDL. Secondo un articolo pubblicato su The West Indian Medical Journal, “il latte, l’olio e la panna di cocco non dovrebbero essere usati regolarmente negli adulti”

10 pericoli dell'olio di cocco 3

Acne

L’olio di cocco è recentemente emerso come rimedio per l’acne grazie alle sue proprietà antibatteriche. Si dice che uccida i batteri che causano l’acne. Questo sembra funzionare solo per chi ha la pelle secca o normale. Le persone con pelle mista o grassa non dovrebbero usarlo sul viso, perché potrebbe solo aggravare l’acne. Questo olio può essere usato in combinazione con altri ingredienti adatti alla pelle, ma non dovrebbe essere applicato da solo sulla pelle grassa.

10 pericoli dell'olio di cocco 5

Diarrea

Poiché l’olio di cocco ha proprietà antibatteriche, una quantità eccessiva può distruggere i batteri indesiderati e ricercati. L’equilibrio dei batteri “buoni” nell’intestino, che aiutano a scomporre il cibo, può essere compromesso quando si consuma troppo olio di cocco, causando diarrea. Per evitare questo problema, non consumate questi prodotti in eccesso. Per assicurarsi che i batteri intestinali buoni siano presenti in quantità sufficiente nell’apparato digerente, può essere utile l’assunzione di probiotici.

10 pericoli dell'olio di cocco 7

Disturbi intestinali

Molte persone riferiscono di aver avvertito sintomi gastrointestinali fastidiosi subito dopo aver consumato olio di cocco. I sintomi includono gonfiore, flatulenza, diarrea e nausea. Ci sono alcuni motivi per cui potrebbe farvi sentire male. Il primo motivo è che sta uccidendo i batteri intestinali buoni grazie alle sue proprietà antibatteriche. Il secondo motivo è che l’olio di cocco è un grasso e la maggior parte delle persone non è abituata a consumare grandi quantità di grassi in poco tempo, con conseguente nausea. Un’altra ragione può essere dovuta a un’intolleranza al cocco: molte persone non hanno gli enzimi necessari per scomporre i composti contenuti nel cocco. Un altro motivo per cui ci si sente male dopo aver consumato olio di cocco può essere l’allergia al cocco. Se vi sentite male dopo aver consumato olio di cocco, riducetene l’assunzione o smettete del tutto di mangiarlo.

10 pericoli dell'olio di cocco 9

Allergie

Non è raro che una persona sviluppi un’allergia al cocco. Chiunque sia allergico alla noce di cocco dovrebbe sicuramente evitare qualsiasi prodotto contenente olio di cocco, sia per ingestione che per uso topico.
I sintomi che possono indicare un’allergia sono eruzione cutanea, orticaria, gonfiore, nausea, vomito e, nei casi più gravi, anafilassi o tachicardia. Se si osservano segni di reazione allergica grave, rivolgersi immediatamente a un medico.

10 pericoli dell'olio di cocco 11

Infezioni da lievito

Non è consigliabile utilizzare l’olio di cocco come lubrificante personale, poiché potrebbe alterare il pH naturale della vagina, causando problemi come un’infezione da lievito. Poiché l’olio di cocco è antimicrobico, antivirale e antibatterico, può uccidere gli agenti protettivi naturali presenti nella vagina. I lubrificanti a base di olio aumentano anche il rischio di rottura del preservativo, per cui è meglio optare per lubrificanti a base di aloe o di acqua per essere totalmente sicure.

10 pericoli dell'olio di cocco 13

Problemi alla tiroide

C’è un’idea sbagliata secondo cui l’olio di cocco può curare l’ipotiroidismo (tiroide poco attiva). Secondo la Mayo Clinic, “non ci sono prove che l’olio di cocco stimoli la funzione tiroidea”
Le persone con problemi alla tiroide non dovrebbero cercare di curarla da sole. Dovrebbero invece consultare un medico e adottare le misure e i trattamenti adeguati per guarire.

10 pericoli dell'olio di cocco 15

Aumento di peso

A causa degli alti livelli di grassi saturi presenti nelle noci di cocco, un consumo eccessivo di olio di cocco può causare un aumento di peso. Un grammo di grassi equivale a 9 calorie, mentre un grammo di proteine o carboidrati equivale a 4 calorie. L’assunzione di grassi dovrebbe essere limitata al 30% dell’apporto calorico totale per mantenere un peso sano.

10 pericoli dell'olio di cocco 17

Mal di testa

Le persone che consumano l’olio di cocco per i suoi effetti disintossicanti possono avvertire mal di testa, poiché gli acidi grassi a catena media scompongono le cellule di lievito nel corpo. Questo processo emette tossine fungine nell’organismo mentre avviene la disintossicazione. Il processo di disintossicazione può provocare mal di testa da lievi a forti, poiché il corpo lavora duramente per liberarsi dalle tossine.

10 pericoli dell'olio di cocco 19

Se state pensando di iniziare a consumare l’olio di cocco, non fate il botto in una volta sola. Iniziate con una piccola quantità e monitorate attentamente la reazione del vostro corpo all’olio di cocco. Continuate a seguire una dieta sana, nutriente ed equilibrata, senza consumare olio di cocco in eccesso, per rimanere sani e forti!