Tutto sulle scansioni HIDA

Home / Articoli / Tutto sulle scansioni HIDA

Tutto sulla scansione HIDA

La scansione HIDA è un esame diagnostico che acquisisce immagini del fegato, della cistifellea e dell’intestino tenue, nonché dei dotti biliari che li collegano. Alcuni professionisti si riferiscono alla scansione HIDA come alla colecintigrafia o alla scintigrafia epatobiliare. I medici spesso utilizzano questo esame insieme ad altre tecniche di imaging medico, come radiografie ed ecografie, per fornire una visualizzazione completa della salute del paziente.

Scopo

Una scansione HIDA di solito valutare lo stato di salute della cistifellea . In alcuni casi, i medici possono utilizzare le scansioni per osservare il fegato e monitorare le sue funzioni biliari e il flusso della bile. Le condizioni che le scansioni HIDA possono diagnosticare includono ostruzioni dei dotti biliari, colecistite e complicazioni post-operatorie. Queste scansioni sono utili anche per valutare i trapianti di fegato.

Tutto sulle scansioni HIDA 1

Come funziona

Un membro dell’équipe sanitaria inietta un tracciante radioattivo in una vena del braccio. Un tecnico posiziona quindi una gamma camera sull’addome per fotografare il tracciante mentre attraversa il corpo. I radiologi osservano l’intero processo su un computer vicino. L’esame dura circa un’ora, anche se in alcuni casi possono essere necessarie ulteriori immagini.

Tutto sulle scansioni HIDA 3

Preparazione al test

I medici spesso chiedono ai loro pazienti di digiunare per almeno quattro ore prima di una scansione HIDA. Alcuni individui possono essere in grado di bere liquidi chiari durante questo periodo. I pazienti devono comunicare al radiologo se sono in gravidanza e fornire un elenco dei farmaci che stanno assumendo. I soggetti che si sottopongono a questa procedura devono comunicare al personale se hanno fatto di recente una radiografia al bario o se hanno assunto farmaci contenenti bismuto, poiché questi possono interferire con i risultati. Il personale medico chiederà di rimuovere eventuali gioielli o accessori metallici prima della scansione.

Tutto sulle scansioni HIDA 5

HIDA con CCK

Il radiologo può ordinare una scansione HIDA con colecistochinina (CCK) o un farmaco simile. Questo ormone stimola la cistifellea, facendola svuotare e rilasciare la bile. Ciò consente alla scansione di fornire un’immagine più chiara del funzionamento dell’organo. Alcuni pazienti possono richiedere una dose di morfina per facilitare la visualizzazione della cistifellea.

Tutto sulle scansioni HIDA 7

Come ci si sente

Scansioni HIDA sono indolori anche se si può avvertire un leggero bruciore quando il medico inserisce la flebo. Alcune persone avvertono un lieve e fugace dolore allo stomaco se il medico utilizza un farmaco che stimola la cistifellea. Il tracciante in sé non dovrebbe causare dolore, anche se in rare circostanze può scatenare una reazione allergica.

Tutto sulle scansioni HIDA 9

Dopo la procedura

La maggior parte delle persone può continuare la propria giornata senza preoccupazioni dopo la scansione. La maggior parte del tracciante lascia il corpo attraverso l’urina o le feci entro un giorno . I pazienti devono assicurarsi di lavarsi accuratamente le mani dopo aver passato il tracciante. Poiché la quantità di radiazioni contenute nel tracciante è minima, non è pericolosa.

Tutto sulle scansioni HIDA 11

Rischi

Le scansioni HIDA sono incredibilmente sicure e comporta solo pochi rischi . Talvolta, soprattutto nelle persone anziane, compaiono lievi ecchimosi nel punto di iniezione. Inoltre, alcune persone sono allergiche al tracciante e sviluppano una reazione. L’esposizione alle radiazioni è minima, ma non rappresenta un rischio per la maggior parte delle persone.

Tutto sulle scansioni HIDA 13

I risultati

Durante l’osservazione delle immagini, il radiologo prenderà nota di qualsiasi cosa fuori dall’ordinario. Ad esempio, se il tracciante si muove più lentamente del previsto attraverso il corpo, potrebbe essere il segno di un’ostruzione. Il radiologo redige quindi un referto che illustra in dettaglio gli eventuali problemi e lo trasmette al medico del paziente, che in genere riceve i risultati in un secondo momento meno di 24 ore.

Tutto sulle scansioni HIDA 15

Chi non può partecipare

La maggior parte delle persone può partecipare a una scansione HIDA, anche se ci sono alcune eccezioni . Le persone in gravidanza o in fase di allattamento devono informare immediatamente il medico del loro stato prima di sottoporsi a una scansione HIDA. Esiste una lieve possibilità che le radiazioni contenute nel tracciante possano danneggiare il bambino. Inoltre, i soggetti con potenziale reazione allergica dovrebbero evitare la scansione.

Tutto sulle scansioni HIDA 17

Scansioni simili

La scansione HIDA è solo un tipo di colecintigrafia. Esami simili utilizzano radiotraccianti diversi, ma per il resto sono uguali. Il termine “scansione HIDA” deriva da un radiotracciante molto diffuso acido iminodiacetico epatobiliare . Sebbene questo specifico tracciante sia oggi più raro, il termine “scansione HIDA” è diventato un termine generico per tutte le forme di colecintigrafia.

Tutto sulle scansioni HIDA 19