Trattamenti per la diverticolite

Home / Articoli / Trattamenti per la diverticolite

Trattamenti per la diverticolite

I medici prescrivono una serie di trattamenti per la diverticolite, una condizione che si sviluppa quando le sacche che rivestono il tratto digestivo si infiammano o si infettano. I trattamenti variano a seconda della gravità della condizione e possono andare dai farmaci da banco per alleviare il dolore e l’infiammazione all’intervento chirurgico di resezione intestinale.

Dieta liquida

Spesso i medici sottopongono i pazienti affetti da diverticolite a una dieta liquida. Di solito, i soggetti vengono tenuti a questo tipo di dieta per alcuni giorni, finché l’intestino non guarisce e l’infiammazione non si attenua. È più probabile che i cibi solidi causino dolore durante un attacco di diverticolite. Dopo alcuni giorni di dieta liquida, si può iniziare a reintrodurre i cibi solidi.

Trattamenti per la diverticolite 1

Antibiotici orali

Gli antibiotici sono una prescrizione comune per le persone che hanno una riacutizzazione della diverticolite. Le infezioni dei diverticoli possono causare dolore e gli antibiotici curano l’infezione, ma può essere necessario del tempo perché l’infiammazione si attenui. Negli ultimi anni, l’attenzione alla riduzione delle prescrizioni di antibiotici ha portato i medici a rinunciare al trattamento antibiotico nei casi lievi di diverticolite: spesso il riposo e i miglioramenti dietetici possono risolvere questi casi.

Trattamenti per la diverticolite 3

Antidolorifici

In genere, è il dolore dei diverticoli infetti o infiammati a costringere un individuo a recarsi dal medico o addirittura in ospedale. I medici di solito trattano il dolore con antidolorifici da banco. Se per trattare la diverticolite è necessario un intervento chirurgico, i medici e i chirurghi ricorrono di solito ad antidolorifici più forti per garantire che i pazienti siano a loro agio durante la guarigione, dopo l’intervento.

Trattamenti per la diverticolite 5

Antibiotici per via endovenosa

Nei casi complicati o gravi di diverticolite, il medico può ricoverare il paziente in ospedale per ricevere antibiotici per via endovenosa. Un attacco grave o la presenza di altre condizioni di salute rendono spesso necessaria una degenza in ospedale. Spesso un caso complicato di diverticolite comporta una fistola, un’emorragia o addirittura un’ostruzione. L’aumento della febbre e del dolore sono caratteristiche di un caso grave.

Trattamenti per la diverticolite 7

Drenaggio addominale

In caso di diverticolite grave si possono sviluppare ascessi. Il medico potrebbe dover drenare l’ascesso utilizzando un tubo inserito nel tratto digestivo. Il tubo rimuove il liquido infetto dell’ascesso. Questo tipo di procedura spesso facilita un recupero rapido, grazie alla sua natura minimamente invasiva. Anche in questo caso, i medici possono prescrivere antibiotici per eliminare l’infezione.

Trattamenti per la diverticolite 9

Intervento chirurgico

Le persone che sviluppano casi gravi di diverticolite possono richiedere un intervento chirurgico. Complicazioni come ascessi intestinali, ostruzioni, fistole e perforazioni possono richiedere un intervento chirurgico immediato. Anche i soggetti che hanno avuto alcuni episodi di diverticolite acuta possono beneficiare di un intervento chirurgico per evitare che i diverticoli colpiti causino attacchi futuri.

Trattamenti per la diverticolite 11

Resezione intestinale primaria

La resezione intestinale primaria è una procedura chirurgica che i medici possono utilizzare per trattare la diverticolite. A seconda dell’entità dell’infiammazione intestinale, il paziente può aver bisogno di un intervento a cielo aperto per rimuovere i segmenti di intestino interessati e ricollegare i segmenti sani rimasti. In alcuni casi, i chirurghi possono eseguire una procedura laparoscopica per rimuovere il tessuto infiammato e riparare l’intestino.

Trattamenti per la diverticolite 13

Resezione intestinale con colostomia

In casi molto gravi, non è possibile ricollegare il colon e il retto. L’infiammazione eccessiva della diverticolite può rendere impossibile la resezione intestinale primaria. In questi casi, il medico esegue una colostomia. I chirurghi creano un’apertura nella parete addominale e la collegano a una parte del colon non infiammata. In questo modo i rifiuti passano attraverso il foro o stoma e poi in un sacchetto. Dopo che l’infiammazione è diminuita, i chirurghi possono intervenire per invertire la colostomia e ricollegare l’intestino. Questa procedura richiede invariabilmente una degenza ospedaliera più lunga.

Trattamenti per la diverticolite 15

Cure successive

Spesso i medici richiedono ai pazienti di tornare sei settimane dopo l’intervento per le cure di follow-up, sia per i casi lievi che per quelli complicati di diverticolite. A questo punto consigliano spesso una colonscopia, soprattutto se è passato più di un anno dall’ultima. Se l’individuo non ha richiesto un intervento chirurgico per l’attacco precedente, i medici possono comunque discutere le opzioni chirurgiche con i pazienti che hanno avuto più attacchi di diverticolite in passato.

Trattamenti per la diverticolite 17

Prevenzione

Mentre alcune persone optano per un intervento chirurgico per prevenire futuri attacchi di diverticolite, altre possono puntare a prevenire gli attacchi apportando modifiche alla loro dieta. I medici raccomandano alle persone a rischio di diverticolite di adottare una dieta ricca di fibre. Inoltre, alcuni medici ritengono che l’aggiunta di più probiotici alla dieta possa aiutare a prevenire la diverticolite; tuttavia, le prove mediche e scientifiche non hanno ancora confermato questa teoria.

Trattamenti per la diverticolite 19