Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti

Home / Articoli / Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti

Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti

Il mangiarsi le unghie o l’onicofagia è un’abitudine orale compulsiva comune a individui di tutte le età, sebbene sia più diffusa tra gli adolescenti e i giovani adulti. Per la maggior parte delle persone, mangiarsi le unghie è una condizione minore e relativamente innocua, anche se per alcuni può diventare un problema grave a lungo termine. In casi particolarmente gravi, le persone possono richiedere un trattamento professionale per alleviare la compulsione. Nella comunità medica si discute spesso se il mangiarsi le unghie sia una condizione puramente psicologica o se abbia origine da una causa fisica.

La compulsione

C’è una significativa mancanza di ricerche sul mangiarsi le unghie. Molte persone lo considerano un’abitudine indesiderabile, ma non è chiaro dove si trovi il confine tra il disgusto generale e il pericolo. Le persone affette da manicomio patologico tendono a mangiarsi le unghie con maggiore frequenza, intensità e durata rispetto a una persona media che sceglie di mangiarsi le unghie. Poiché non esiste una chiara distinzione tra il mangiarsi le unghie patologico e quello non patologico, i medici si rendono conto che potrebbero non comprendere appieno la compulsione che spinge i pazienti a mangiarsi le unghie. Alcuni professionisti ritengono che il mangiarsi le unghie sia un disturbo del controllo degli impulsi, mentre altri ritengono che si tratti di un disturbo da movimenti stereotipati, di un disturbo ossessivo-compulsivo o di un comportamento autolesivo.

Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti 1

Manifestazione

La maggior parte delle persone inizia a mangiarsi le unghie solo all’età di tre o quattro anni. Sebbene esistano rapporti contraddittori sull’argomento, il consenso è che, mentre molti bambini e adolescenti si mangiano le unghie, questa condizione si attenua in età adulta. Secondo alcuni studi, la prevalenza del mangiarsi le unghie nei bambini di età compresa tra i sette e i dieci anni si aggira tra il 20 e il 33%. Negli adolescenti, la percentuale di prevalenza sale a circa il 45%.

Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti 3

Condizioni di base

Il mangiarsi le unghie in modo persistente può essere in gran parte il risultato di una condizione o di un disturbo sottostante. Nei bambini, il disturbo psichiatrico di base più comune è il disturbo da deficit di attenzione e iperattività o ADHD. Altre condizioni comunemente diagnosticate includono il disturbo oppositivo provocatorio e il disturbo d’ansia da separazione. Il mangiarsi le unghie è uno dei sintomi più comuni di problemi psichiatrici nei bambini con sindrome di Tourette. È anche possibile, sebbene raro, che il mangiarsi le unghie sia il segno di un disturbo ossessivo-compulsivo o di un disturbo depressivo maggiore.

Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti 5

Disturbi dei genitori

Alcuni studi cercano di collegare i disturbi psichiatrici dei genitori al mangiarsi le unghie nei bambini. Uno studio ha rilevato che circa il 57% delle madri e il 46% dei padri con figli che si mangiavano le unghie presentavano un qualche tipo di disturbo psichiatrico. Il più comune era il disturbo depressivo maggiore. Un altro studio ha rilevato che il mangiarsi le unghie era più tipico nei bambini con madri affette da schizofrenia rispetto a quelli con disturbo bipolare, ma i figli di madri affette da entrambi i disturbi avevano maggiori probabilità di mangiarsi le unghie rispetto ai bambini del gruppo di controllo.

Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti 7

Danni alla bocca

Anche se mangiarsi le unghie non è spesso un’attività pericolosa, può progredire e danneggiare la bocca. Le Enterobacteriaceae sono una famiglia di batteri spesso presenti nell’intestino umano, nel suolo e nell’acqua. Le persone che si mangiano le unghie hanno spesso livelli più elevati di questi batteri nella bocca. Inoltre, il mangiarsi le unghie può danneggiare le gengive e i denti. Il riassorbimento radicolare apicale si verifica quando le gengive iniziano a riassorbire i denti. Le persone che hanno l’abitudine di mangiarsi le unghie hanno maggiori probabilità di incorrere in questa condizione rispetto alla media delle persone. Talvolta, il mangiarsi le unghie interessa le articolazioni temporo-mandibolari della mascella.

Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti 9

Danni alle dita

Oltre a danneggiare la bocca e le gengive, mangiarsi le unghie può danneggiare anche le dita e le unghie. In particolare, il mangiarsi le unghie può danneggiare il tessuto che le circonda, causando infezioni. Alcune persone che si mangiano le unghie danneggiano l’area più evidente, il letto ungueale. Il letto ungueale può scomparire come parte di una condizione non comune chiamata “scomparsa del letto ungueale”. Questa condizione si presenta di solito come un letto ungueale molto accorciato o ristretto, che dà l’impressione di unghie più corte. In alcuni casi, il mangiarsi le unghie può effettivamente aumentare il tasso di crescita delle unghie.

Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti 11

Gestione

Il mangiarsi le unghie è un’abitudine interessante perché i professionisti del settore medico non hanno una comprensione adeguata delle cause. Per questo motivo, un trattamento adeguato richiede la considerazione delle possibili condizioni e conseguenze correlate. La maggior parte dei risultati clinici conferma che la gestione e il trattamento dell’abitudine di mangiarsi le unghie richiede uno sforzo maggiore rispetto alla semplice cessazione del mangiarsi le unghie stesso. Inoltre, poiché l’abitudine può danneggiare la bocca, le gengive, i denti, le dita e le unghie, la condizione può richiedere la collaborazione di professionisti in psicologia, medicina e odontoiatria.

Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti 13

Prevenzione vs. punizione

Molti genitori cercano di impedire ai loro figli di mangiarsi le unghie ricoprendo le dita con un materiale dal sapore sgradevole o coprendo la punta delle dita con del nastro adesivo. Sebbene queste azioni abbiano successo nel breve periodo, la compulsione che spinge a mangiarsi le unghie sembra persistere comunque. I genitori che utilizzano sistemi di punizione, come i timeout o le sculacciate, possono in realtà aumentare la frequenza del mangiarsi le unghie nei loro figli. Inoltre, i bambini con l’abitudine di mangiarsi le unghie che subiscono queste punizioni mostrano livelli più elevati di ansia, stress e frustrazione.

Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti 15

Terapia cognitivo-comportamentale

Alcuni dei trattamenti più efficaci per il mangiarsi le unghie prevedono la psicoterapia. La terapia cognitivo-comportamentale è una delle forme più popolari di psicoterapia per molti disturbi, tra cui l’ansia e la depressione. Si concentra sulla messa in discussione e sul miglioramento dei pensieri, delle convinzioni e degli atteggiamenti che possono impedire a una persona di affrontare la propria condizione. Durante il processo di trattamento, il consulente insegna strategie di coping per garantire l’efficacia del trattamento anche una volta terminata la terapia. Un altro metodo popolare per trattare il mangiarsi le unghie è il training di inversione delle abitudini.

Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti 17

Cambiare le abitudini

Il training di inversione delle abitudini è una forma di trattamento comportamentale che mira a ridurre alcuni comportamenti che le persone ritengono fastidiosi o dannosi. In genere è costituito da cinque componenti principali: consapevolezza, risposta competitiva, gestione della contingenza, rilassamento e generalizzazione. Di solito, il paziente sostituisce la sua abitudine pericolosa con una meno pericolosa, come quella di masticare una gomma. Le persone sottoposte al trattamento eseguono la nuova azione per almeno un minuto ogni volta che sentono la compulsione a mangiarsi le unghie. Nel corso del tempo, il consulente può introdurre nuovi metodi di gestione.

Mangiarsi le unghie: Cause, effetti e trattamenti 19