L’importanza dell’aumento di peso in gravidanza

Home / Articoli / L’importanza dell’aumento di peso in gravidanza

L’importanza dell’aumento di peso in gravidanza

Il corpo di una donna subisce una lunga serie di cambiamenti durante la gravidanza, e l’aumento di peso con la crescita del bambino è uno dei più evidenti. Un aumento di peso eccessivo o insufficiente non è salutare né per la madre né per il bambino. Un’ostetrica o un altro professionista del parto controlla il peso della futura mamma per tutta la durata della gravidanza per assicurarsi che sia sulla buona strada per un parto sano.

Indice di massa corporea

La valutazione dell’indice di massa corporea (BMI) l’IMC è il primo passo per determinare quanto sia salutare l’aumento di peso durante la gravidanza. L’IMC è una misura del grasso corporeo negli adulti in base al peso e all’altezza. In genere, i medici considerano un IMC pregravidico compreso tra 18,5 e 24,9 come un range salutare, con 25 di sovrappeso. Quando l’IMC sale oltre questo limite, aumenta anche il rischio di complicazioni della gravidanza . Quanto più basso è l’IMC di una donna, all’interno dell’intervallo sano, tanto minori sono le possibilità di problemi durante la gravidanza, a meno di altri fattori.

L'importanza dell'aumento di peso in gravidanza 1

Peso pre-gravidanza

L’aumento di peso durante la gravidanza è diverso per ogni donna. Alcune future mamme aumentano di peso molto rapidamente, mentre altre aumentano più lentamente o hanno problemi di metabolismo che rendono difficile mantenere un aumento sufficiente. Le donne che sono state più magre prima della gravidanza possono aver bisogno di aumentare di peso più di una donna che era in sovrappeso prima della gravidanza. Il medico prenderà in considerazione l’IMC e il peso della donna prima della gravidanza quando consiglierà la quantità di peso da aumentare di settimana in settimana.

L'importanza dell'aumento di peso in gravidanza 3

Intervallo di aumento di peso consigliato

Raccomandazioni per l’aumento di peso in gestazione si basano sul peso della donna prima della gravidanza.

  • Per le donne sottopeso o con un IMC inferiore a 18,5, l’ACOG raccomanda un aumento di peso da 28 a 40 libbre.
  • Per le donne che rientrano in un range di peso normale e con un IMC compreso tra 18,5 e 24,9, l’ACOG raccomanda un aumento di peso non superiore a 25-35 kg.
  • Le donne in sovrappeso, con un IMC compreso tra 25 e 29,9, dovrebbero aumentare tra i 15 e i 25 chili.
  • Le donne con un IMC pari o superiore a 30 dovrebbero mantenere l’aumento di peso tra gli 11 e i 20 chili.
  • Nuovi studi hanno individuato un numero crescente di donne in gravidanza con un IMC pari o superiore a 35, ma al momento non esistono ulteriori raccomandazioni per l’aumento di peso.

L'importanza dell'aumento di peso in gravidanza 5

Sovrappeso prima della gravidanza

Le statistiche dimostrano che meno della metà delle donne americane che rimangono incinte rientra nella fascia di reddito di riferimento linee guida per il peso raccomandato . Le ricerche indicano che le donne in sovrappeso prima della gravidanza o nelle prime fasi della stessa hanno un rischio maggiore di sviluppare complicazioni, tra cui la resistenza all’insulina e il diabete di tipo 2.

L'importanza dell'aumento di peso in gravidanza 7

Sottopeso prima della gravidanza

Quando una donna sottopeso o malnutrita rimane incinta, può continuare ad avere carenze nutrizionali se i problemi preesistenti non vengono affrontati. La gravidanza può anche esacerbare queste carenze, perché la gestazione è così fisicamente impegnativo e questo può causare problemi di salute alla madre e al nascituro. Gli studi dimostrano che una madre sottopeso e carente di nutrienti come i folati e le vitamine B6 e B12 può avere difficoltà a sostenere la gravidanza fino alla nascita.

L'importanza dell'aumento di peso in gravidanza 9

Aumenti di peso e multipli

Negli ultimi tre decenni si è registrato un aumento significativo delle gravidanze gemellari e multiple. L’aumento di peso è dovuto ai tessuti materni aggiuntivi, al peso degli altri feti e all’utero più pesante Le donne in attesa di multipli le donne con un IMC normale prima della gravidanza dovrebbero aumentare tra i 37 e i 54 chili durante la gravidanza. Gli studi dimostrano che le donne che aumentano meno della quantità di peso raccomandata per i multipli hanno tassi elevati di parto pretermine. Le donne che mantenuto le linee guida raccomandate durante le gravidanze multiple hanno avuto una gestazione più lunga e bambini con un peso maggiore alla nascita.

L'importanza dell'aumento di peso in gravidanza 11

Rischi e aumento di peso

Il diabete gestazionale, i coaguli di sangue nelle gambe o nei polmoni e la pre-eclampsia sono più probabili nelle donne con un IMC elevato e un eccessivo aumento di peso in gravidanza. Alcuni studi suggeriscono che le donne che hanno un aumento di peso gestazionale eccezionalmente elevato durante la gravidanza hanno una maggiore incidenza di nascite pretermine e di mortalità infantile. Inoltre, hanno una maggiore probabilità di avere bambini grandi per l’età gestazionale (LGA) . Si tratta di neonati con peso alla nascita superiore al 90% dei bambini della stessa età gestazionale. Le nascite LGA possono causare parti difficili e lesioni da parto e portare a cesarei.

L'importanza dell'aumento di peso in gravidanza 13

Motivi dell’insufficiente aumento di peso

Alcune donne hanno difficoltà ad aumentare di peso durante la gravidanza, soprattutto se erano sottopeso prima della gravidanza. Tuttavia, anche le donne in sovrappeso talvolta incontrano questo problema. La nausea e il vomito in gravidanza possono rendere più difficile l’aumento di peso. Anche la perdita di appetito, i problemi digestivi o l’improvvisa avversione per determinati tipi di alimenti o per i loro odori possono giocare un ruolo importante. I ricercatori collegano la riduzione dell’aumento di peso nel secondo e terzo trimestre come un sintomo di ritardo o restrizione della crescita intrauterina (IUGR) nelle donne in sovrappeso o con più di 35 anni.

L'importanza dell'aumento di peso in gravidanza 15

Bilanciare l’aumento di peso durante la gravidanza

“Mangiare per due” è un consiglio superato e privo di fondamento scientifico. Una dieta sana e non eccessiva è essenziale per gestire l’aumento di peso durante la gravidanza. Le diete ricche di fibre, ricche di proteine e povere di grassi, con grassi polinsaturi omega-3, aiutano a tenere sotto controllo il peso in gravidanza. Gli esperti raccomandano alle donne con un peso normale di consumare circa 1800 calorie al giorno durante il primo trimestre. Poi, nel secondo trimestre raccomandano di aumentare l’apporto calorico di 300 calorie salutari. Durante il terzo trimestre , le calorie non dovrebbero superare le 2400 calorie al giorno. Anche l’attività fisica è fondamentale per mantenere un sano aumento di peso, a meno che il medico non identifichi complicazioni della gravidanza che la vietino.

L'importanza dell'aumento di peso in gravidanza 17

Avversioni e voglie alimentari

Nelle prime fasi della gravidanza, non è insolito che le future mamme sperimentino voglie o avversioni alimentari. Generati da cambiamenti ormonali e neuronali, questi impulsi possono influenzare in modo significativo la perdita o l’aumento di peso. I dati scientifici indicano questi cambiamenti dell’appetito come una strategia di adattamento per proteggere il bambino, ma ci sono diverse altre teorie . Una suggerisce che una donna possa evitare gli alimenti che ritiene possano aumentare i rischi per il nascituro e consumare maggiori quantità di alimenti benefici per compensare. Gli ostetrici sostengono che, finché una donna incinta assume i nutrienti di cui ha bisogno e si mantiene entro i limiti dell’apporto calorico, non c’è nulla di male nel cedere occasionalmente al cibo vogliedicibo .

L'importanza dell'aumento di peso in gravidanza 19