Infezione da Vibrio Cholerae

Home / Articoli / Infezione da Vibrio Cholerae

Infezione da Vibrio Cholerae

L’infezione da Vibrio cholerae, più comunemente nota come colera, è un’infezione intestinale che provoca sintomi spiacevoli come diarrea e vomito. Si contrae più comunemente consumando acqua proveniente da una fonte contaminata. Può anche essere trasmessa in aree con scarse condizioni igieniche e può essere ingerita mangiando frutti di mare poco cotti. La condizione può diventare mortale se il paziente si disidrata pericolosamente. Questo può accadere quando l’assistenza medica non viene prestata in tempo. L’idratazione è il trattamento migliore e deve essere effettuata con fluidi per via endovenosa da una clinica medica.

Sintomi

La maggior parte dei casi di colera è lieve e non presenta sintomi. Nei casi più gravi, i pazienti presentano un’improvvisa diarrea acquosa. Questa è spesso accompagnata da vomito che dura diverse ore. A causa della rapida perdita di liquidi corporei dovuta sia alla diarrea che al vomito, i pazienti finiscono per disidratarsi. In assenza di trattamento, spesso si verificano crampi muscolari e shock.

Infezione da Vibrio Cholerae 1

Origine del batterio

I batteri esistono naturalmente negli ambienti acquatici costieri. Si attaccano ai crostacei e viaggiano con loro diffondendosi ovunque. Gli esseri umani ingeriscono i batteri e, sebbene non si ammalino, li trasmettono attraverso le feci. Le feci umane sono una delle principali vie di diffusione del batterio. Il batterio è spesso molto presente dopo gravi inondazioni, dove l’acqua delle fogne può essersi mescolata con l’acqua corrente.

Infezione da Vibrio Cholerae 3

Trattamento

Come per molte infezioni di questo tipo, è necessario un trattamento rapido per prevenire ulteriori malattie e persino la morte. È importante che i pazienti con sintomi gravi si rechino in ospedale per ricevere liquidi per via endovenosa. L’idratazione è il trattamento più importante per l’infezione e deve avvenire rapidamente. Gli antibiotici vengono solitamente somministrati ai pazienti ricoverati in ospedale con l’infezione.

Infezione da Vibrio Cholerae 5

Fattori di rischio

Chiunque può contrarre l’infezione e ammalarsi, ma alcuni fattori di rischio influiscono sulla probabilità di contrarre la malattia. Qualsiasi area in cui le condizioni igieniche sono scarse è un focolaio per il batterio. Luoghi come i campi profughi, i paesi che vivono in povertà o le aree colpite da un disastro naturale come un uragano. Mangiare frutti di mare provenienti da zone con un’elevata quantità di batteri nelle acque aumenta la possibilità di contrarre l’infezione. Esistono anche condizioni umane in cui la quantità di acidi gastrici è ridotta o inesistente. Queste condizioni possono esporre questi pazienti a un rischio elevato di sviluppare l’infezione, poiché questa prospera in ambienti a bassa acidità.

Infezione da Vibrio Cholerae 7

Decessi dovuti all’infezione

È difficile credere che si possa morire per un’infezione facilmente curabile come il colera, ma purtroppo accade. Infatti, ogni anno si registrano oltre 100.000 decessi in tutto il mondo a causa di questa malattia. La maggior parte dei decessi avviene in aree ad alto rischio come l’Africa e alcune zone dell’America Latina. L’infezione esaurisce rapidamente i fluidi corporei necessari e può portare alla morte in poche ore se il caso è grave e non viene trattato.

Infezione da Vibrio Cholerae 9

Preparazione all’epidemia

La diffusione della malattia può essere prevenuta in alcune circostanze. È importante disporre di misure di salvaguardia in caso di eventi quali disastri naturali che causano focolai di colera. In alcune aree esistono anche fattori stagionali. Occorre predisporre piani per anticipare i focolai e avere scorte pronte e disponibili. Inoltre, gli operatori sanitari e la popolazione devono essere educati a riconoscere correttamente i sintomi, in modo da poter somministrare il trattamento in modo tempestivo.

Infezione da Vibrio Cholerae 11

Aree ad alto rischio

Alcune aree specifiche sono ad alto rischio per la presenza di questo batterio e hanno registrato numerosi focolai di malattia. Siate prudenti quando viaggiate in queste aree. È importante non portare a casa cibo da questi Paesi. Alcune di queste aree sono diverse zone dell’Africa, parti dell’Asia come l’India e Haiti.

Infezione da Vibrio Cholerae 13

Vaccinazioni

Negli Stati Uniti è stata recentemente resa disponibile una vaccinazione per le persone che viaggiano in aree note per i numerosi casi di infezione. Sebbene la vaccinazione non sia obbligatoria, aiuta certamente a prevenire la malattia. Vaxchora è una vaccinazione monodose approvata dalla FDA. Gli effetti collaterali sono lievi, nella maggior parte dei casi assenti, e il vaccino dura da 3 a 6 mesi.

Infezione da Vibrio Cholerae 15

Il numero di casi non è chiaro

Il peso effettivo di questa malattia non è noto perché le segnalazioni di molti casi sono scarse. Molti casi di infezione sono molto lievi, se il paziente presenta sintomi. Le segnalazioni dell’infezione avvengono quando il paziente si rivolge a un medico.

Infezione da Vibrio Cholerae 17

Infezione da Vibrio Cholerae negli Stati Uniti

Gli Stati Uniti non hanno visto focolai estremi di infezione dal 1800. I servizi igienici e l’approvvigionamento idrico hanno fatto molta strada da allora. I principali focolai si sono verificati in seguito a eventi come uragani e inondazioni. Ci sono stati diversi casi dovuti a frutti di mare provenienti dal Golfo del Messico.

Infezione da Vibrio Cholerae 19