COVID e l’influenza: Una potenziale ventidemia

Home / Articoli / COVID e l’influenza: Una potenziale ventidemia

COVID e l’influenza: Una potenziale ventidemia

Sebbene il termine “twindemic” possa suonare come un improvviso aumento delle nascite multiple, in realtà si riferisce a un’epidemia di influenza in una sola volta focolaio di due malattie attualmente la “twindemic” è teorica: una stagione influenzale severa, che negli Stati Uniti va da ottobre a maggio, che si combina con un’impennata dei casi di COVID-19. Dall’inizio della pandemia sono emerse diverse varianti di COVID-19. Alcune varianti, come Delta e Delta, sono state identificate come una delle più importanti. Alcune varianti, come Delta e Omicron, sono estremamente contagiose. La prospettiva di una pandemia è stata sollevata per la prima volta nel 2020, ma la stagione influenzale 2020-2021 è stata sorprendentemente mite. Tuttavia, diversi fattori hanno contribuito a rinnovare le preoccupazioni di una twindemia nella stagione influenzale 2021-2022.

Trasmissione del virus

La SARS-CoV-2 (che causa la COVID) e i virus influenzali si diffondono in modi simili . Le persone affette da malattie respiratorie possono espellere goccioline di aerosol dopo aver tossito o starnutito. Questi virus possono sopravvivere da 15 a 48 ore anche sulle superfici. Le persone toccano una superficie contaminata, come la maniglia di una porta o una penna, poi trasferiscono il virus toccandosi la bocca o gli occhi. Le persone affette da COVID-19 o da influenza possono essere contagiose e diffondere inconsapevolmente il virus per giorni prima di manifestare i sintomi.

COVID e l'influenza: Una potenziale ventidemia 1

Impatto delle precauzioni COVID-19 sull’influenza

Secondo il CDC, nella stagione 2020-2021 si sono verificati circa 750 decessi legati all’influenza Circa 35 milioni di casi di malattie legate all’influenza e 20.000 decessi scuole, università, ristoranti e altri luoghi pubblici sono stati chiusi per la maggior parte del 2020. Le chiusure e altre misure per combattere la COVID-19, come le norme sulle mascherine, una maggiore attenzione all’igiene delle mani e l’allontanamento fisico, hanno anche limitato la trasmissione dei virus influenzali.

COVID e l'influenza: Una potenziale ventidemia 3

Immunità acquisita

La stagione influenzale si riferisce al periodo dell’anno in cui si verifica la maggior parte delle malattie correlate all’influenza, ma i virus influenzali sono sempre in circolazione. Questi virus cambiano anche nel tempo. Le persone sono esposte a molti virus influenzali nel corso della loro vita e sviluppano diversi livelli di immunità. L’esposizione ai virus influenzali è stata limitata nel periodo 2020-2021, il che significa che anche l’opportunità di acquisire un certo grado di immunità era limitata. I virus influenzali del prossimo anno potrebbero causare sintomi più gravi dovuti alla riduzione dell’immunità tra la popolazione generale, anche se l’impatto potenziale è difficile da prevedere.

COVID e l'influenza: Una potenziale ventidemia 5

Sintomi simili

I virus che causano l’influenza e la COVID-19 hanno sintomisimili i sintomi che si manifestano sono: febbre e brividi, tosse, mal di gola, mal di testa, dolori muscolari e corporei, affaticamento e congestione con naso chiuso o che cola; vomito, nausea e diarrea sono altri possibili sintomi, più comuni nei bambini. Alcune persone sperimentano la perdita del gusto e dell’olfatto dopo aver contratto la COVID-19, ma questo sintomo non è solitamente associato all’influenza.

COVID e l'influenza: Una potenziale ventidemia 7

Flurona

Flurona è un nuovo termine per infezione da COVID-19 e influenza contemporaneamente. Una persona affetta da COVID-19 non rischia di prendere l’influenza perché il sistema immunitario sta già combattendo attivamente il coronavirus. In questo caso, l’esposizione a un virus influenzale probabilmente non provocherà la malattia, perché il sistema immunitario reagisce immediatamente.

COVID e l'influenza: Una potenziale ventidemia 9

Chi è a rischio?

Un’infezione da “flurona” è più probabile che si verifichi sintomi gravi e complicazioni nelle popolazioni ad alto rischio, tra cui gli anziani, le donne in gravidanza e le persone con un sistema immunitario compromesso o con patologie di base. Queste sono le stesse popolazioni che sono più a rischio di sintomi gravi da COVID-19 o dall’influenza come malattie separate.

COVID e l'influenza: Una potenziale ventidemia 11

Trattamento

I trattamenti per la COVID-19 e l’influenza si concentrano principalmente sui sintomi. La maggior parte le persone si riprendono a casa dopo un breve periodo di riposo e liquidi in abbondanza. I medici possono prescrivere farmaci antivirali per via orale per alcuni casi di influenza e gli antibiotici possono prevenire o trattare le infezioni secondarie.

COVID e l'influenza: Una potenziale ventidemia 13

Potenziali preoccupazioni

I casi gravi di COIVD-19 e di influenza possono richiedere il ricovero in ospedale. Le persone con sintomi critici possono avere bisogno di ventilatori per aiutarle a respirare. Il COVID-19 ha maggiori probabilità di causare malattie gravi rispetto alla maggior parte dei virus influenzali, ma oltre 200.000 persone sono state ricoverate in ospedale la possibilità di una duplice epidemia è preoccupante perché l’insorgenza simultanea di COVID-19 e influenza potrebbe sovraccaricare gli ospedali e gli altri fornitori di assistenza medica.

COVID e l'influenza: Una potenziale ventidemia 15

Si verificherà una ventidemia?

Nella primavera del 2022, la maggior parte delle scuole e delle aziende sono aperte in tutto il Paese. Le precauzioni, come l’uso di maschere, l’allontanamento sociale e la quarantena dopo un test COVID positivo, sono meno rispettate, il che significa che il COVID-19 e l’influenza possono diffondersi più facilmente. Quest’anno sono già stati registrati circa 3.500.000-5.800.000 casi di influenza, tra cui 34.000-69.000 ricoveri. A potrebbe verific arsi una twindemia se una variante contagiosa del COVID-19 circola in tutto il Paese e contemporaneamente aumenta il numero di casi di influenza.

COVID e l'influenza: Una potenziale ventidemia 17

I vaccini

I vaccini sono la migliore protezione contro la COVID-19 e l’influenza. Le persone vaccinate possono contrarre la COVID-19, ma i vaccini riducono significativamente il rischio di malattia grave. Il CDC fornisce linee guida per rimanere aggiornati sui vaccini COVID-19 e richiami. Anche i vaccini antinfluenzali possono ridurre il rischio di malattie gravi. Le ricerche dimostrano che è sicuro vaccinarsi contemporaneamente per l’influenza e per la COVID-19.

COVID e l'influenza: Una potenziale ventidemia 19