Conoscere il sistema olfattivo

Home / Articoli / Anatomia / Conoscere il sistema olfattivo

Conoscere il sistema olfattivo

Il sistema olfattivo è un insieme di sensori che aiutano gli esseri umani a fiutare il cibo, il pericolo e persino l’amore. Gli odori sono le porte dei ricordi e possono evocare emozioni potenti anche dopo una prolungata quiescenza. Secondo alcuni studi, il sistema olfattivo umano è in grado di distinguere fino a un trilione di profumi. È uno dei sistemi più complessi perché si collega agli altri sensi, al cervello e agli organi. Per esempio, il naso è chiamato il guardiano dei polmoni. I ricercatori continuano a studiare come funziona tutto insieme.

Sistemi olfattivi periferici e associativi

La cavità nasale, l’osso etmoide, le narici e il tessuto ricoperto di muco chiamato epitelio olfattivo costituiscono il sistema olfattivo periferico. Quando una persona inala, mastica o deglutisce, le molecole di odore entrano nel percorso periferico attraverso la cavità nasale. Il muco scioglie le molecole e trasmette l’odore al cervello con l’aiuto dei neuroni olfattivi. Questo processo è chiamato trasduzione sensoriale. Il sistema olfattivo associativo, invece, ha più a che fare con l’elaborazione dei feromoni.

Conoscere il sistema olfattivo 1

Il processo di trasduzione

Quando un odore raggiunge l’epitelio, le proteine di minuscoli peli chiamati cilia si legano ad esso, generando un messaggio elettrico. Questo messaggio raggiunge il nervo olfattivo. Tutte le informazioni sull’odore passano dal sistema olfattivo periferico a quello centrale del cervello, dove ha luogo un elaborato processo di registrazione dell’odore e di accesso ai ricordi.

Conoscere il sistema olfattivo 3

Recettori olfattivi

Grazie al premio Nobel per la ricerca condotto da Linda Buck e Richard Axel, oggi sappiamo molto di più sui neuroni dei recettori olfattivi. Nell’epitelio ci sono milioni di neuroni olfattivi che aiutano il cervello a classificare gli odori. Alcuni recettori sono progettati per identificare determinate molecole di odore. Inoltre, grazie alla loro forma, le molecole di odore possono entrare in più di un recettore alla volta, consentendo al naso di identificare potenzialmente miliardi di profumi.

Conoscere il sistema olfattivo 5

Nervo olfattivo

Il nervo olfattivo, noto come CN1, è il primo e il più corto dei 12 nervi cranici. Si estende attraverso la placca cribrosa dell’osso etmoide che separa il cervello dalla cavità nasale. Dopo aver attraversato la placca, le molecole di odore raggiungono il bulbo olfattivo.

Conoscere il sistema olfattivo 7

Bulbo olfattivo

Sopra ogni cavità nasale si trova il bulbo olfattivo, situato nella parte inferiore del cervello e protetto dalla placca cribrosa. Lo strato glomerulare del bulbo riceve l’odore e lo confronta con la mappa degli odori incorporata nello strato, che è divisa in gruppi e zone che aiutano a identificare le caratteristiche chimiche degli odori. Un esempio è il deterioramento, che ha una struttura chimica particolare. Oltre a discriminare gli odori, altre funzioni del bulbo olfattivo sono quelle di migliorare il rilevamento filtrando gli odori di fondo.

Conoscere il sistema olfattivo 9

Corteccia piriforme

Dal bulbo olfattivo, le informazioni sugli odori passano alla corteccia piriforme, che fa parte del rinencefalo, la regione olfattoria del cervello. È il più grande destinatario del bulbo olfattivo ed è noto per affinare la classificazione degli odori. Ha il compito complesso di elaborare le miscele di odori e di metterle in relazione con la memoria.

Conoscere il sistema olfattivo 11

Tubercolo olfattivo

Il tubercolo olfattivo è una stazione di elaborazione che aiuta a riconoscere la ricompensa. Si trova nel proencefalo basale e riceve input diretti dal bulbo olfattivo ed è rifornito di dopamina, un neurotrasmettitore responsabile del piacere. Grazie al gran numero di nervi che entrano ed escono dal cervello, è un complesso di elaborazione multisensoriale importante per il riconoscimento della ricompensa.

Conoscere il sistema olfattivo 13

L’amigdala

L’amigdala invia proiezioni a diverse parti del cervello dopo aver ricevuto input dal bulbo olfattivo e dalla corteccia olfattiva. Essa immagazzina ricordi ed eventi emotivi, formando associazioni tra i due. Questi ricordi si integrano in una memoria che può durare tutta la vita, il che spiega come gli odori dell’infanzia possano continuare a evocare ricordi anche in età adulta.

Conoscere il sistema olfattivo 15

Corteccia Entorinale

La corteccia entorinale si trova nel lobo temporale e ha a che fare con la memoria, la percezione del tempo e la navigazione. Essendo una porta d’accesso tra la formazione ippocampale e la neocorteccia, è un mediatore tra l’apprendimento e la memoria, e potenzialmente infonde un attributo di piacere. La regione laterale è più strettamente legata alla corteccia olfattiva e all’amigdala. Gli scienziati stanno appena iniziando a capire come la corteccia entorinale influisca sull’elaborazione di livello superiore.

Conoscere il sistema olfattivo 17

Altre regioni cerebrali importanti

Una volta che il bulbo olfattivo si rivolge alla corteccia piriforme, al tubercolo olfattivo, all’amigdala e alla corteccia entorinale, il processo di collegamento tra l’esperienza e la percezione di quell’odore continua nel cervello. Quattro regioni ricevono queste informazioni: la corteccia orbitofrontale, il talamo, l’ipotalamo e la formazione dell’ippocampo. La corteccia orbitofrontale mantiene informazioni aggiornate sugli odori, mentre le altre tre regioni si occupano della correlazione tra odori, emozioni e memoria.

Conoscere il sistema olfattivo 19