Benefici e rischi degli antiacidi

Home / Articoli / Benefici e rischi degli antiacidi

Benefici e rischi degli antiacidi

Le persone che cercano di alleviare il reflusso acido e i disturbi digestivi si rivolgono spesso agli antiacidi per neutralizzare l’eccesso di acidi gastrici responsabili dell’indigestione e di alcune ulcere. Esistono molti tipi di antiacidi e imedici di solito ne approvano l’uso occasionale, ma gli esperti medici invitano alla cautela coloro che li usano troppo spesso a causa dei loro potenziali rischi

Benefici e rischi

Gli antiacidi sono formulati per calmare il bruciore di stomaco quasi immediatamente, normalizzando il pH dell’esofago, dello stomaco e del tratto digestivo. In alcuni casi, questo trattamento temporaneo scatena una effetto boomerang chiamato rimbalzo acido . Le ricerche suggeriscono che l’assunzione giornaliera prolungata di antiacidi può portare a un’ipersecrezione acida che può durare fino a diverse settimane.

Benefici e rischi degli antiacidi 1

Idrossido di alluminio

L’idrossido di alluminio, tipicamente assunto in forma liquida, è debole e ad azione lenta rispetto ad altri antiacidi e la sua efficacia varia molto tra le varie marche commerciali. Il composto contrasta l’effetto diarroico del magnesio e disattiva la pepsina, l’enzima digestivo gastrico. Un uso eccessivo e cronico, tuttavia, potrebbe far perdere all’organismo il fosfato, con conseguenti malattie delle ossa come l’osteoporosi. L’uso prolungato potrebbe favorire un accumulo di alluminio, che può danneggiare il cervello.

Benefici e rischi degli antiacidi 3

Carbonato di calcio

Carbonatodi calcio disponibile in compresse, capsule e liquidi, è il più potente antiacido utilizzabile per alleviare l’indigestione acida e il bruciore di stomaco. È stato usato per secoli per calmare lo stomaco in subbuglio e può neutralizzare completamente l’acido gastrico, ma il carbonato di calcio non dovrebbe essere assunto per più di due settimane senza il parere del medico.

Benefici e rischi degli antiacidi 5

Idrossido di magnesio

L’idrossido di magnesio, o latte di magnesia, è un potente antiacido ad azione rapida . Agisce riducendo la secrezione di acidi gastrici e richiamando acqua dal tessuto intestinale nell’intestino per favorire l’eliminazione delle scorie. Questo spiega l’effetto lassativo del composto. Chi assume questo farmaco deve bere molta acqua per evitare la disidratazione. La maggior parte dei soggetti sani non subisce effetti negativi dall’assunzione di idrossido di magnesio, ma un uso eccessivo può causare problemi.

Benefici e rischi degli antiacidi 7

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio (baking soda) è un ingrediente comune degli antiacidi in commercio. Ha un’azione breve ed è effervescente. Il bicarbonato interagisce con l’ acido cloridrico nello stomaco di rilasciare anidride carbonica, comunemente sotto forma di eruttazione. Tuttavia, il suo elevato contenuto di sodio lo rende inadatto ai soggetti che devono limitare l’assunzione di sodio. Un uso eccessivo di questo antiacido può portare all’alcalosi sistemica, uno squilibrio del pH.

Benefici e rischi degli antiacidi 9

Bloccanti H2

Gli antagonisti dei recettori H2 dell’istamina trattano e prevengono la recidiva di alcune ulcere riducono la secrezione di acido da parte della mucosa gastrica. Conosciuti comunemente come bloccanti H2, questi farmaci sono disponibili in compresse, capsule e polveri che agiscono lentamente per fornire effetti antiacidi di lunga durata. Tuttavia, questi farmaci sono associati a una maggiore letargia, confusione e a un rischio più elevato di infezioni intestinali, malattie renali e fratture ossee.

Benefici e rischi degli antiacidi 11

Complicazioni

Consumo di grandi quantità di antiacidi gli antiacidi contenenti alluminio, calcio, magnesio e sodio possono portare a livelli anormalmente elevati di questi minerali nell’organismo, che possono causare stitichezza o diarrea. Alcune persone affette da disturbi renali presentano accumulo di liquidi in eccesso, riduzione della funzionalità renale, calcoli renali o danni ai nervi. I bloccanti H2 e gli IPP riducono nel tempo la produzione di acidi gastrici e possono inibire l’assorbimento dei nutrienti.

Benefici e rischi degli antiacidi 13

Potenziali interazioni

Gli antiacidi possono influenzano l’assorbimento e l’efficacia di altri farmaci . Assumere altri farmaci un’ora prima o quattro ore dopo l’assunzione di un antiacido. Le persone che assumono farmaci per l’ipertensione, le malattie cardiache o le disfunzioni renali dovrebbero consultare il farmacista o il medico prima di assumere gli antiacidi, così come coloro che utilizzano integratori di calcio.

Benefici e rischi degli antiacidi 15

Alternative a casa

Vari semplici rimedi omeopatici possono forniscono sollievo . Un cucchiaino di bicarbonato di sodio mescolato con otto once di acqua può aiutare a neutralizzare i succhi gastrici. Mangiare banane, mele o meloni può alleviare gli episodi di reflusso acido. Le tisane allo zenzero e alla camomilla aiutano a bilanciare i livelli di acidità di stomaco e a ridurre lo stress che contribuisce ai sintomi della GERD.

Benefici e rischi degli antiacidi 17

Quando chiamare il medico

In alcuni casi, l’uso di antiacidi maschera una condizione grave. È importante tenere sotto controllo la frequenza di assunzione del farmaco; se lo si richiede più di un paio di volte al mese per alcuni mesi, è bene rivolgersi a un medico. Le persone che hanno unastoria familiare di esofago di Barrett, cancro esofageo o cancro gastrico dovrebbero consultare un medico prima di usare gli antiacidi. Inoltre, se si verificano questi sintomi, è bene rivolgersi a un medico :

  • Sanguinamento rettale o feci scure
  • Dolore al basso ventre, al fianco o alla schiena
  • Difficoltà a deglutire
  • Perdita di peso inspiegabile
  • Diarrea grave
  • Nausea e vomito
  • Respiro affannoso o dolore al petto
  • Febbre con dolore addominale
  • Crampi o gonfiore

Benefici e rischi degli antiacidi 19