10 trattamenti per la tigna

Home / Articoli / 10 trattamenti per la tigna

10 trattamenti per la tigna

La tigna è una malattia della pelle contagiosa dovuta a un’infezione fungina comunemente causata dal fungo Trichophyton rubrum. Si diffonde per contatto diretto con altri esseri umani o animali infetti. L’uso di docce e piscine comuni e la condivisione di asciugamani o abbigliamento sportivo possono trasmettere l’infezione. Può infettare diverse aree della pelle, dal cuoio capelluto ai piedi (noto come piede d’atleta) all’inguine (meglio conosciuto come “prurito da atleta”) e tutto il resto. Le infezioni da tigna si manifestano generalmente con chiazze rotonde, rosse e squamose, che non solo sono antiestetiche, ma possono anche causare disagio.

Farmaci

Solo un medico qualificato può valutare il livello di gravità della malattia. Può prevenire ulteriori complicazioni e prescrivere un regime di trattamento adeguato per un caso specifico. Di solito, la tigna localizzata del corpo o delle flessioni viene trattata con creme antimicotiche topiche. Le infezioni più diffuse possono richiedere una terapia antimicotica orale. Questo vale anche per le forme più resistenti di tigna. Di norma, il trattamento dura da due a tre mesi.

10 trattamenti per la tigna 1

Aglio

Le persone usano l’aglio come trattamento naturale per la tigna per via topica. Basta fare una pasta di aglio schiacciato o tritato e applicarla sulla zona interessata. È possibile aggiungere olio d’oliva all’aglio schiacciato per ottenere la consistenza desiderata. Coprite la zona con una benda adesiva e lasciate la pasta in posa per 1 o 2 ore. Quindi sciacquare con acqua tiepida per rimuoverla. Per ottenere risultati ottimali, trattare l’area affetta da tigna fino a due o tre volte al giorno per due settimane. Interrompere l’uso se si verificano arrossamenti, gonfiori o fastidi.

10 trattamenti per la tigna 3

Olio di tea tree

Il tea tree (Melaleuca alternifolia) esprime l’eccezionale olio di tea tree, antimicotico e antisettico. Incredibilmente, il tea tree oil possiede un antibiotico naturale e blocca la crescita di vari funghi. Gli australiani lo utilizzano da decenni ed è uno degli ingredienti preferiti di diversi cosmetici, tra cui shampoo e oli per capelli. Inoltre, ha una lunga storia di aiuto nel trattamento di tagli, ustioni e infezioni. Usatelo due volte al giorno applicando un rimedio che contenga fino al 50% di olio di tea tree (diluito con acqua). Si dovrebbe notare un miglioramento dopo circa quattro settimane.

10 trattamenti per la tigna 5

Aloe vera

Conosciuta soprattutto per gestire le scottature solari, l’aloe vera è un rimedio naturale per la tigna e per innumerevoli altri problemi della pelle. Utilizzando il succo di questa pianta, è possibile anche alleviare il prurito e la sensazione di bruciore derivanti dalle infezioni da tigna. Sebbene l’uso di questa pianta abbia molti benefici, non consideratela un rimedio per tutti i mali. Per ottenere il massimo beneficio nel trattamento dell’infezione, è necessario praticare un’incisione sulla foglia di aloe e spremere la foglia per ottenere il gel. Applicare quindi il succo direttamente sulla pelle afflitta fino alla scomparsa dell’infezione.

10 trattamenti per la tigna 7

Olio di lavanda

L’olio di lavanda è un altro composto con potenti effetti antifungini. Gli studi hanno dimostrato che l’olio non semplicemente impedisce ai funghi di svilupparsi. Uccide invece le infezioni fungine, tra cui la tigna, il piede d’atleta e la candidosi. I cosmetologi utilizzano l’olio di lavanda per combattere arrossamenti, desquamazioni e infiammazioni della pelle.

10 trattamenti per la tigna 9

Aceto di sidro di mele

Se la vostra pelle tollera l’aceto di sidro di mele, applicate un panno umido imbevuto di aceto di sidro di mele sulla pelle infetta da tigna almeno due volte al giorno per 30 minuti per ogni applicazione. Se il trattamento è troppo duro, diluirlo con acqua. È possibile iniziare a vedere i risultati del trattamento della tigna con aceto di sidro di mele già nelle prime due settimane. Tuttavia, si consiglia di continuare il trattamento due volte al giorno per almeno un’altra settimana dopo la scomparsa dei sintomi per evitare che si ripresentino.

10 trattamenti per la tigna 11

Argento colloidale

Questo agente agisce su oltre 700 batteri diversi che non sono sensibili ad alcun antibiotico. Distrugge centinaia di microrganismi pericolosi. L’argento colloidale può essere usato per via topica per eliminare la tigna. Basta spruzzare o strofinare (a seconda che si tratti di un gel o di un liquido) l’argento colloidale sull’infezione fungina due volte al giorno fino alla sua completa scomparsa.

10 trattamenti per la tigna 13

Aceto e sale

L’acqua salata è un ottimo astringente che accelera la guarigione delle ferite. Quando ci si immerge nell’acqua salata, si asciugano le macchie dell’eruzione cutanea e si disinfetta la regione interessata. Molte persone usano una pasta di sale e aceto per la tigna. Basta formare una pasta di aceto e sale e applicarla direttamente sulla tigna (2 cucchiai di aceto e un cucchiaio di sale). Lasciare agire per 5 minuti. Chi ha usato questo approccio per trattare la tigna dice che tendenzialmente ci vogliono circa sette giorni perché la malattia scompaia.

10 trattamenti per la tigna 15

Citronella

La citronella è un’erba versatile ed elegante che possiede diverse proprietà chiave che la rendono un potente agente antimicotico e antimicrobico. L’uso storico della citronella nella medicina orientale nel corso dei secoli ha consolidato la sua reputazione di degno complemento della moderna medicina occidentale. Gli indiani usano l’olio di citronella per trattare la tigna. Uniscono da due a quattro gocce di olio essenziale a 60 millilitri di olio di mandorle dolci. Applicano regolarmente la miscela sulla zona interessata fino alla guarigione della tigna. Chi soffre di tigna dovrebbe bere un bicchiere di tè alla citronella tre volte al giorno. È inoltre opportuno applicare le bustine usate direttamente sulle zone colpite mentre si beve il tè.

10 trattamenti per la tigna 17

Curcuma

La curcuma è un tipo di pianta coltivata principalmente nell’Asia meridionale. Gli indiani la utilizzano grazie ai suoi benefici per la salute della pelle. La usano anche per diversi scopi medici. Si possono raccogliere varie parti di questa pianta, come il fusto e i rizomi. Poi la lavorano per ottenere una polvere. Le applicazioni esterne della curcuma arrestano il dolore e il gonfiore, guariscono rapidamente le ferite e trattano molte malattie della pelle, dall’acne alla lebbra. Utilizzando un estrattore di succo, applicate il succo di curcuma fresco sulle aree interessate fino a quando non vedrete scomparire il problema.

10 trattamenti per la tigna 19