10 fatti sull’insufficienza pancreatica esocrina

Home / Articoli / 10 fatti sull’insufficienza pancreatica esocrina

10 fatti sull’insufficienza pancreatica esocrina

L’insufficienza pancreatica esocrina influisce sulla capacità del pancreas di favorire la digestione degli alimenti. Il pancreas è responsabile della produzione di enzimi che aiutano l’organismo a scomporre gli alimenti e ad assorbire i nutrienti. I problemi di questo processo possono causare problemi digestivi e di salute in generale. Le persone affette da insufficienza pancreatica esocrina necessitano di un trattamento medico e di cambiamenti nello stile di vita per elaborare correttamente gli alimenti.

Che cos’è l’insufficienza pancreatica esocrina?

Il pancreas rilascia nell’intestino tenue enzimi che aiutano a scomporre gli alimenti in modo che l’organismo possa accedere alle sostanze nutritive contenute. Le persone con insufficienza pancreatica esocrina non producono o non rilasciano una quantità sufficiente di questi enzimi e quindi non riescono ad assorbire correttamente i grassi e alcune vitamine e minerali dagli alimenti. Questo può portare a malnutrizione e perdita di peso.

10 fatti sull'insufficienza pancreatica esocrina 1

Cause

Il danno al pancreas è la causa principale dell’insufficienza pancreatica esocrina. Una condizione chiamata pancreatite cronica può causare l’infiammazione dell’organo perché fa sì che gli enzimi inizino a lavorare prima di aver lasciato il pancreas. In alternativa, un intervento chirurgico all’apparato digerente può portare all’insufficienza pancreatica esocrina. Anche alcune patologie ereditarie possono causare questa condizione.

10 fatti sull'insufficienza pancreatica esocrina 3

Fattori di rischio

Le persone che bevono molto alcolici hanno un rischio maggiore di sviluppare l’insufficienza pancreatica esocrina, perché il consumo pesante di alcol può portare all’infiammazione del pancreas. Anche le persone con disturbi del sistema immunitario sono a rischio più elevato. La fibrosi cistica aumenta le probabilità di ammalarsi di questa patologia perché l’organismo produce un muco molto denso che può creare ostruzioni nel pancreas. Anche il morbo di Crohn, la celiachia e la sindrome di Schwachman-Diamond rendono più probabile lo sviluppo di un’insufficienza pancreatica esocrina.

10 fatti sull'insufficienza pancreatica esocrina 5

Sintomi comuni

Nei casi lievi, le persone affette da insufficienza pancreatica esocrina possono non presentare sintomi. Tuttavia, con il progredire della condizione, si sviluppano sintomi quali fastidio o dolore addominale e sensazione di eccessiva pienezza. L’individuo può anche sentirsi gonfio e soffrire di gas e passare feci dall’odore sgradevole. Le persone affette da insufficienza pancreatica esocrina spesso perdono peso perché l’organismo non riesce ad assorbire adeguatamente i grassi e gli altri nutrienti.

10 fatti sull'insufficienza pancreatica esocrina 7

I test

Il medico raccoglie l’anamnesi e la descrizione dei sintomi. Se i sintomi sono coerenti con la condizione sospetta, il medico ordinerà ulteriori esami, come quelli per la ricerca di carenze di nutrienti e di condizioni associate all’insufficienza pancreatica esocrina, come il morbo di Crohn. Il medico può anche richiedere campioni di feci, che verranno analizzati da un laboratorio per verificare il contenuto di enzimi digestivi e aiutare il medico a determinare se il pancreas funziona correttamente.

10 fatti sull'insufficienza pancreatica esocrina 9

Imaging medico

Il medico può anche ordinare esami di diagnostica per immagini che consentono di osservare nel dettaglio il pancreas e di valutare se è infiammato. La TAC e la risonanza magnetica consentono di ottenere immagini intricate dell’organo, oppure il medico può eseguire un’endoscopia. Questa procedura consiste nel far passare una piccola telecamera attraverso l’apparato digerente per mezzo di un catetere.

10 fatti sull'insufficienza pancreatica esocrina 11

Trattamento

Il trattamento più comune per l’insufficienza pancreatica esocrina è la terapia enzimatica sostitutiva (PERT). I farmaci prescritti sostituiscono gli enzimi che il pancreas non produce. Devono essere assunti durante i pasti per garantire che gli enzimi agiscano al momento giusto. Alcune persone necessitano di ulteriori farmaci per ridurre l’acido gastrico, un eccesso del quale può distruggere gli enzimi della PERT prima che possano funzionare. Gli antidolorifici possono alleviare il disagio fisico.

10 fatti sull'insufficienza pancreatica esocrina 13

Auto-aiuto

Una dieta sana ed equilibrata può aiutare a gestire l’insufficienza pancreatica esocrina. Suddividere il consumo di cibo in diversi pasti più piccoli nel corso della giornata può alleviare i problemi digestivi. Alcuni medici consigliano di integrare le vitamine per evitare carenze. Le persone affette da disturbo del pancreas esocrino dovrebbero evitare di bere alcolici, poiché il consumo può rendere il pancreas più infiammato e peggiorare la condizione. Inoltre, può rendere più difficile l’assorbimento dei grassi da parte dell’organismo, rendendo più grave la perdita di peso.

10 fatti sull'insufficienza pancreatica esocrina 15

Prevenzione

Spesso l’insufficienza pancreatica esocrina non può essere evitata perché è dovuta a un fattore fuori dal controllo della persona, come una condizione di salute preesistente. Tuttavia, alcuni accorgimenti possono aiutare a prevenire la pancreatite cronica, che è una delle principali cause di insufficienza pancreatica esocrina. Limitare o addirittura eliminare l’alcol rende molto meno probabile lo sviluppo della pancreatite. Anche smettere di fumare, seguire una dieta sana e povera di grassi e fare regolare esercizio fisico possono prevenire l’infiammazione del pancreas e la pancreatite.

10 fatti sull'insufficienza pancreatica esocrina 17

Prognosi

Finché il medico diagnostica e tratta tempestivamente la condizione, le prospettive per le persone con insufficienza pancreatica esocrina sono buone. Anche se è improbabile che la condizione si risolva, la PERP e la dieta possono mantenere una buona salute. La sfida più grande per le persone che vivono con l’insufficienza pancreatica esocrina a lungo termine è il mantenimento di un peso corporeo sano. Può essere utile rivolgersi a un nutrizionista per evitare perdite di peso indesiderate.

10 fatti sull'insufficienza pancreatica esocrina 19