10 fatti sui polipi

Home / Articoli / 10 fatti sui polipi

10 fatti sui polipi

I polipi sono escrescenze tissutali anomale, che di solito si presentano come protuberanze piatte o piccoli gambi a forma di fungo larghi meno di mezzo centimetro. I polipi non neoplastici sono costituiti da polipi iperplastici, polipi infiammatori e polipi amartomatosi. Questi tipi di polipi di solito non diventano cancerosi. I polipi neoplastici, gli adenomi e i polipi dentellati sono spesso più grandi e comportano un rischio maggiore di malignità.

Luoghi comuni

Il colon è la sede più comune dei polipi, anche se possono crescere anche nel condotto uditivo, nel naso, nella gola o nello stomaco. Anche la cervice e l’utero sono soggetti a queste escrescenze

10 fatti sui polipi 1

I polipi sono pericolosi?

La maggior parte dei polipi non è cancerosa o benigna; i polipi adenomatosi sono quelli che presentano il rischio più elevato di conversione maligna. Il medico può eseguire una biopsia per determinare in quale di queste categorie rientra un polipo. Questo esame richiede il prelievo di un piccolo campione di tessuto, che verrà esaminato in laboratorio alla ricerca di cellule cancerose. Il trattamento dei polipi dipende dalla loro posizione, dalle dimensioni e dal fatto che siano benigni o maligni

10 fatti sui polipi 3

Quali sono le cause dei polipi?

Diversi fattori causano lo sviluppo dei polipi e ne determinano la localizzazione. I polipi della gola, ad esempio, possono essere il risultato di un eccessivo grido o di un danno a un tubo respiratorio. Anche se la causa non è sempre evidente, molti polipi sembrano svilupparsi a causa di infiammazioni, cisti, tumori, mutazioni genetiche delle cellule del colon o eccesso di estrogeni. I polipi possono derivare da una crescita cellulare disorganizzata e sregolata, che è simile al modo in cui si sviluppano le cellule cancerose e spiega perché le prime possono diventare cancerose in rari casi. Inoltre, i polipi possono essere più probabili nei fumatori, nei soggetti obesi, in quelli che consumano alcolici e in quelli con una storia familiare di escrescenze.

10 fatti sui polipi 5

Test per i polipi del colon

I medici eseguono una colonscopia per diagnosticare i polipi del colon. Il medico inserisce una piccola telecamera attraverso l’ano per visualizzare il colon. Se i polipi sono presenti, il medico può rimuovere il polipo nella sua interezza o prelevare un piccolo pezzo di tessuto da uno di essi – una biopsia – che verrà esaminato da un laboratorio per verificare la presenza di cellule maligne. La maggior parte delle persone dovrebbe sottoporsi a una colonscopia all’età di 50 anni, mentre le persone con altri fattori di rischio per il cancro dovrebbero farlo prima.

10 fatti sui polipi 7

Polipi auricolari

Questi ammassi rossi, simili a chicchi d’uva, si sviluppano nell’orecchio medio o nel condotto uditivo e spesso sanguinano se vengono interrotti. Anche se spesso benigni, i polipi auricolari possono essere cancerosi. Il medico cercherà di determinare se la causa è un’infezione o un altro problema, nel qual caso gli antibiotici o altri farmaci possono eliminarli. Se questo non sembra essere il caso, una biopsia analizzerà la presenza di cellule cancerose. Se i polipi auricolari non guariscono da soli, può essere necessario un intervento chirurgico.

10 fatti sui polipi 9

Polipi nasali

La maggior parte dei polipi nasali non è cancerosa e si sviluppa a causa di un’infiammazione o di un rigonfiamento a lungo termine del rivestimento dei seni paranasali. I polipi possono ridurre il senso del gusto e dell’olfatto e possono causare naso che cola, mal di testa e russamento. Spesso questi polipi crescono abbastanza da causare infezioni o rendere difficile la respirazione. I farmaci per via orale o nasale possono aiutare a eliminarli, mentre gli antibiotici di solito debellano un’infezione. I polipi di grandi dimensioni possono dover essere rimossi

10 fatti sui polipi 11

Polipi uterini

I polipi endometriali o uterini si sviluppano nell’utero. Questi polipi sono rotondi e possono avere dimensioni che vanno da pochi millimetri a una pallina da ping pong. Di solito non sono cancerosi, ma possono causare sanguinamenti mestruali abbondanti o irregolari e rendere difficile una gravidanza. Il medico può effettuare un esame interno o una biopsia per identificare ed esaminare i polipi. Quelli che causano forti emorragie, che comportano problemi di gravidanza o che si sviluppano dopo la menopausa saranno probabilmente rimossi. I polipi uterini non scompaiono da soli. I farmaci possono alleviare i sintomi, ma se è necessario rimuoverli è necessario un intervento chirurgico

10 fatti sui polipi 13

Polipi delle corde vocali

I polipi sulla copertura delle corde vocali crescono di solito su un solo lato e possono causare raucedine, fessurazione o abbassamento del tono della voce. La loro presenza spesso fa sì che l’individuo faccia più fatica a parlare. Le persone che cantano o parlano molto sono a rischio di sviluppare questi polipi. Il medico richiederà un’anamnesi di problemi vocali e potrà ispezionare le corde vocali per individuare eventuali danni causati da reflusso acido, allergie o problemi ormonali. Spesso il riposo e gli esercizi vocali possono guarire le escrescenze e l’educazione all’igiene vocale può aumentare le possibilità di risoluzione completa.

10 fatti sui polipi 15

Polipi dello stomaco

I polipi gastrici si formano sul rivestimento dello stomaco. La maggior parte non diventa cancerosa, ma può indicare che una persona è a rischio. Queste escrescenze sono generalmente asintomatiche e i medici le scoprono di solito durante gli esami di routine o i test per altre patologie. Gli adenomi, che possono essere cancerosi, vengono rimossi o sottoposti a biopsia e analizzati. I batteri H. pylori possono causarli e sono curabili con antibiotici. Per i polipi di piccole dimensioni che non sono adenomi, il medico può decidere di monitorarli per verificare eventuali cambiamenti. I polipi più grandi devono essere rimossi

10 fatti sui polipi 17

Cure mediche e prevenzione dei polipi

I polipi non cancerosi e quelli che non presentano sintomi di solito non richiedono un trattamento, a meno che non interferiscano con le attività quotidiane. Chiunque sia preoccupato di sviluppare polipi può discutere con un medico i fattori di rischio e la propria storia familiare. Questi potrà stabilire se il paziente debba sottoporsi a una colonscopia o ad altre procedure diagnostiche. Se una persona è stata sottoposta a un intervento chirurgico per rimuovere i polipi, deve seguire il consiglio del medico per assicurarsi che le escrescenze non ritornino

10 fatti sui polipi 19