PUBBLICITÀ
Venerdì, 31 ottobre 2014 ore 08:33

Home » Eventi » News Salute » Il problema è drammatico: non si può più aspettare che i prezzi dei farmaci scendano quando la loro efficacia è dimostrata

Il problema è drammatico: non si può più aspettare che i prezzi dei farmaci scendano quando la loro efficacia è dimostrata

inserito da: Redazionepubblicato il: 05/06/2012 12:39
Milano, 5 giugno 2012- “ASCO 2012 ha visto la presentazione di nuovi farmaci come AFLIBERCEPT e REGORAFENIB per il tumore del colon e TDM1 per il tumore della mammella che presentano grandi vantaggi per la cura dei pazienti. Vantaggi testati e dimostrati. Ma quando verranno disponibili per i pazienti italiani e quanto costeranno?” – è l’allarme lanciato da Roberto Labianca, Presidente CIPOMO – Collegio Italiano Primari Oncologi Medici Ospedalieri – dal Congresso ASCO 2012 in corso a Chicago.
PUBBLICITÀ
“Dagli oncologi e dalle autorità regolatorie presenti a Chicago è venuta la comune riflessione sull’accesso ai farmaci. Per parte nostra come Primari Oncologi Medici siamo pronti a dare –come sempre – il nostro contributo e a prenderci le nostre responsabilità. Ma non sono più tollerabili – anche per una questione etica nei confronti dei pazienti – ritardi rispetto a decisioni che devono essere prese subito dopo una rapida ed efficace valutazione e approvazione. AIFA e Ministero devono rendersi conto della necessità impellente di non più procrastinare decisioni semplicemente ignorando il problema. Analogo discorso per i farmaci di nuova generazione vale per i c.d. “DRUG SHORTAGE”, i farmaci di vecchia generazione che spesso mancano sul mercato e la cui efficacia non è per nulla venuta meno, anzi. Da Chicago è emerso ancora una volta come i problemi in questo caso siano di duplice natura: il basso costo di vendita – e quindi di relativa redditività- e la bassa disponibilità. Ma non è pensabile che questa situazione vada a detrimento delle cure dei pazienti. Occorre anche in questo caso che AIFA e Ministero prendano efficaci e pronte decisioni perché non si arrivi alla situazione di scomparsa dal mercato di prodotti di grande importanza per la salute dei pazienti”.
Condividi: Facebook Delicious Twitter MySpace Google Yahoo Digg Splinder


PUBBLICITÀ

Lascia un commento :
I commenti sono moderati dalla redazione ed approvati nel rispetto del regolamento della community.
Salus.it non fornisce consulenza on-line.


« Inserire qui il codice visualizzato nell'immagine sopra :