PUBBLICITÀ
Martedì, 21 ottobre 2014 ore 10:42

Home » Chirurgia » Sintomi polmonari

Sintomi polmonari aggiungi ai preferiti

Sintomi polmonari - Medicina in Rete by Salus
notizie da 1 a 7 di 7inizioindietro1avantifine

Asma

inserito da: Redazionepubblicato il: 12/07/2010 11:27
L'asma è caratterizzata da difficoltà respiratorie, dovuta a costrizione della muscolatura dei bronchioli, ultima ramificazione dei bronchi. Le mucose che rivestono i bronchi si gonfiano, restringendo il passaggio dell'aria e rendendo così difficile la respirazione. Di solito, gli attacchi si manifestano in forma leggera, ma il disturbo tende a diventare cronico e può provocare gravi conseguenze. Le cause principali dell'asma sono due: la prima è un'infezione del naso, dei seni paranasali, dei bronchi o dei polmoni, come nella bronchite; la seconda, più comune, è una reazione allergica, alla quale l'individuo è ereditariamente predisposto.

Bronchite

inserito da: Redazionepubblicato il: 12/07/2010 11:25
Per bronchite si intende, in senso stretto, l'infiammazione acuta o cronica dei bronchi, dovuta generalmente a una infezione batterica. Il fatto infiammatorio è spesso però più esteso, arrivando a interessare il naso, la gola, la laringe e, di frequente, anche i bronchioli. Nei casi meno gravi, è simile a un forte raffreddore di petto; nelle forme più serie può condurre a una broncopolmonite.

Broncopolmonite

inserito da: Redazionepubblicato il: 12/07/2010 11:22
Per broncopolmonite si intende l'infiammazione contemporanea, dovuta a batteri o a virus, delle ultime ramificazioni dei bronchi (bronchioli) e delle cavità a fondo cieco (alveoli polmonari) che li chiudono.
L'accumulo di muco nei bronchioli prepara un terreno favorevole per l'attecchimento e lo sviluppo di batteri; è questo un rischio che corrono gli individui costretti a letto per lunghi periodi, se non vengono messe in atto precise misure preventive, come far tossire frequentemente il paziente e farlo alzare regolarmente dal letto per un po' di movimento. É utile anche far compiere al malato degli atti inspiratori molto profondi.

Enfisema polmonare

inserito da: Redazionepubblicato il: 12/07/2010 11:01
Per enfisema polmonare si intende la dilatazione patologica e permanente degli alveoli polmonari, piccole cavità a pareti sottili, presenti a grappoli all'estremità delle ramificazioni dei bronchi e circondate da vasi capillari. Generalmente, l'enfisema colpisce individui in età avanzata e, nei casi più gravi, provoca difficoltà di respirazione. I polmoni contengono milioni di alveoli che, in caso di enfisema, perdono la loro elasticità, si dilatano, si atrofizzano e riducono la loro capacità funzionale, cosicché il sangue tende a sovraccaricarsi di anidride carbonica.

Pleurite

inserito da: Redazionepubblicato il: 12/07/2010 10:56
Per pleurite si intende una infiammazione acuta o cronica della pleura, membrana composta da due foglietti di cui uno riveste la superficie esterna di ambedue i polmoni e l'altro tappezza l'interno della cavità toracica.
I sintomi sono febbre, tosse secca, respiro superficiale e dolore al torace. I due foglietti pleurici diventano edematosi e scabri. Il loro sfregamento durante il respiro provoca un dolore intenso e acuto, che può essere alleviato dalla somministrazione di analgesici e da una stretta fasciatura del torace che ne limiti i movimenti.

Polmonite

inserito da: Redazionepubblicato il: 08/07/2010 18:25
Si intende l'infiammazione acuta dei polmoni, caratterizzata dalla presenza di liquido negli alveoli polmonari (piccole sacche alle terminazioni dei bronchioli), con conseguenti gravi difficoltà della respirazione.
La forma batterica è per lo più causata dagli pneumococchi, i quali, abitualmente presenti nella bocca e nella gola degli individui sani, sviluppano la malattia quando la resistenza dell'organismo è diminuita per raffreddore, influenza o deperimento.

Tosse

inserito da: Redazionepubblicato il: 08/07/2010 18:23
Per tosse si intende una emissione, brusca e sonora, di aria attraverso le vie respiratorie e la bocca: è un atto riflesso protettivo con cui l'organismo cerca di liberare la trachea o i bronchi dalla presenza di una sostanza che tende ad ostruirli o ad irritarli.
Un accesso di tosse momentaneo può infatti essere causato da polvere inspirata o da altri elementi estranei, come un seme di frutta o una particella di cibo. Più frequentemente, però, la tosse è provocata dal muco dei polmoni o delle vie nasali che irrita la trachea. Una tosse secca, a brevi accessi, può essere dovuta ad un colpo di freddo, ma può essere causata anche dall'influenza o manifestarsi insieme all'infiammazione della laringe, delle tonsille o della trachea.
notizie da 1 a 7 di 7inizioindietro1avantifine